Cerca

Lo scontro in via Monte Rosa

Salame e botte: caos in diretta. Vegani picchiano Cruciani

Salame e botte: caos in diretta. Vegani picchiano Cruciani

I vegani saranno anche pacifici amici degli animali, ma quando si tratta di menar le mani con chi non la pensa come loro non sembrano tirarsi indietro. Lo ha capito a suo spese il conduttore della Zanzara Giuseppe Cruciani che oggi pomeriggio è stato aggredito sotto la sede di Radio24 in via Monte Rosa a Milano. Gli animalisti hanno inscenato una manifestazione durante la puntata di oggi della Zanzara, esponendo un moderatissimo striscione con la scritta: "Cruciani hai superato il limite, ti vogliamo faccia a faccia... scendi se hai il coraggio! Giù le mani dagli animali". Ecco appunto, gli animali. Cruciani non si è tirato indietro e con impugnando un salame è andato incontro alla delegazione di nazivegani. Come racconta su Twitter Giorgio De Luca, autore di programmi della radio, tre o quattro animalisti sono entrati nella sede, per lo più donne apparentemente mingherline. Lo scambio di battute sarebbe stato quasi inesistente, il gruppo era entrato con il chiaro intento di aggredire Cruciani. Uno scontro durato diversi minuti, finché verso le 19.30 gli estremisti vegani hanno lasciato la sede di Radio24.

Le accuse - La rabbia degli animalisti è scoppiata dopo diverse provocazioni che Cruciani ha lanciato da tempo nella sua trasmissione. Tempo fa aveva aperto una puntata con la carcassa di un coniglio in studio, ha trovato un ristoratore che glielo cucinasse e lo ha poi mangiato in diretta. Un piatto consumato praticamente in tutto il mondo, ma già in quell'occasione i vegani hanno inondato la segreteria telefonica della trasmissione di insulti e minacce di morte. Da diverse settimane la battaglia sacrosanta contro i fondamentalisti vegani è stata il filo conduttore delle puntate della Zanzara, accompagnata dalle solite minacce di morte per il conduttore e deliri complottisti di vario genere. Solo pochi giorni fa Cruciani si è dovuto scontrare con Daniela Martani durante una puntata di Tagadà su La7. L'ex hostess Alitalia e concorrente del Grande fratello è una vegana convinta e non ha perso l'occasione per attaccare Cruciani per quel coniglio mangiato in diretta. Così il giornalista ha sbroccato: "E basta con la sofferenza e la morte... suicidatevi in nome degli agnelli... fatevi macellare al loro posto". Cruciani si è schierato anche contro il tormentone insopportabile degli agnelli da salvare durante il periodo pasquale. Ha portato in studio una agnellina di pochi mesi accompagnata dal suo allevatore, l'ha battezzata "Zanzarina" e ha promesso che quando sarà il momento, il prossimo settembre, la mangerà.

Giovanni Ruggiero
@juan_r

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Ben Frank

    Ben Frank

    26 Marzo 2016 - 11:11

    Ma era solo il salame che voleva farsi infilare tra le natiche! Mica voleva mangiarlo! Certo, per non provocare i vegani, avrebbe anche potuto usare un cetriolo o una pannocchia di mais...

    Report

    Rispondi

  • rintintin

    26 Marzo 2016 - 10:10

    Cruciani merita tanti calci in culo ma non solo dai vegani...da un mare di gente che offende liberamente e in modo sprezzante ...

    Report

    Rispondi

    • Ben Frank

      Ben Frank

      26 Marzo 2016 - 21:09

      Concordoooooooo!!!!!!!!

      Report

      Rispondi

    • Franzkeks

      26 Marzo 2016 - 16:04

      @rintintin Offendere i vegani e lottare all'ultimo coltello contro gli animalisti hitleriani è un dovere! Viva Cruciani! Viva la libertà! Abbasso i Nazivegani!

      Report

      Rispondi

  • mapagolio

    26 Marzo 2016 - 09:09

    Sono come tutti i fanatici unidirezionali,privi di equilibrio .

    Report

    Rispondi

  • esasperata49

    26 Marzo 2016 - 09:09

    x cortesia non rompete, volete mangiare erba e insetti, padroni di farlo, chi non ha i vs gusti però a il diritto di fare quello che vuole senza essere additato come" assassino", spero tra un po di vedervi vestiti solo di cotone, canapa, lana non xchè le pecore magari soffrono quando vengono tosate, con le scarpe di pezza anche in inverno, xchè la pelle è di origine animale.che goduria sarebbe!!!!

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog