Cerca

A Vigevano

Ragazzino insulta i compagni di classe
il prof lo fa strisciare in ginocchio

"Punizione esemplare" in terza media. Il docente non sarebbe nuovo a sanzioni umilianti

Costretto a camminare sulle ginocchia davanti ai compagni di classe: è questa la punizione a cui sarebbe stato sottoposto un allievo di una terza della scuola media Buzzi di Vigevano per aver insultato dei compagni di classe. Per ragioni di privacy al momento non sono noti i nomi di insegnante e studente, anche se la vicenda è stata sollevata da alcuni genitori e sulla stessa sta indagando la preside dell’istituto. Il professore in questione non sarebbe nuovo a sanzioni originali o persino umilianti. Secondo il racconto di una mamma, durante la punizione «alcuni compagni ridevano e altri no. E non è la prima volta che il professore adotta comportamenti sopra le righe. Pare che una volta abbia costretto i ragazzi a schiaffeggiarsi esigendo di udire chiaramente il suono dello schiaffo sulla guancia». Secondo alcuni genitori, anche altri metodi dell’insegnante sembrerebbero molto discutibili: «Prima di accedere all’aula i ragazzi devono mettersi in riga, per poi andarsi a sedere ai posti con ordine». Sui forum locali, tuttavia, non tutti se la sentono di condannare il professore. In sua difesa accorrono molti genitori e adolescenti, per i quali nelle classi regna una tale inciviltà – spesso giustificata dalle famiglie – da costringere gli insegnanti a ricorrere anche a metodi estremi.

di Filippo Cavazza

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • crisi.2

    22 Settembre 2014 - 18:06

    ce ne fossero di insegnanti cosi'..............

    Report

    Rispondi

  • fonty

    fonty

    06 Ottobre 2013 - 15:03

    Con i soliti piagnistei buonisti perché il ragazzino ha avuto una punizione e poi di converso lamentarsi perché nelle scuole dilaga il bullismo. Se le famiglie non insegnano più il vivere civile, questo compito lo deve fare la scuola, buonismo o non buonismo, anche con metodi duri se necessario.

    Report

    Rispondi

  • carpa1

    05 Ottobre 2013 - 16:04

    Oltre a questa punizione esemplare, poichè metterli alla gogna pare sia il solo modo di aiutare questi bulli a sviluppare un po' di senso del vivere civile, il professore dovrebbe anche applicare una pena accessoria come togliere qualche punto alle valutazioni (anche perchè scommetto si tratti pure di un somaro) in modo che venga riportato a più miti consigli con un rinvio a settembre o una bocciatura. Ripetere un anno è molto utile e fa capire molte cose, sempre che uno abbia il cervello per meditarci sopra (e garantisco che a me è servito, e come se è servito).

    Report

    Rispondi

blog