Cerca

La svolta nell'inchiesta

Pamela Mastropietro, la pista che porta ai crimini rituali nigeriani. L'avvocato: "Forse stanno coprendo qualcuno"

16
Pamela Mastropietro

Un nuovo indagato, il quarto, anche lui nigeriano, di 40 anni, e una nuova pista per l'omicidio di Pamela Mastropietro. La sua morte e lo scempio sul suo corpo potrebbero infatti essere collegati ai crimini rituali nigeriani. L'uomo, riporta il Messaggero, era in contatto telefonico con Innocent Oseghale: "Al momento non risulta coinvolto nel delitto - dice il procuratore Giovanni Giorgio - e ha reso dichiarazioni significative a conforto della tesi accusatoria". Motivo per il quale non è stato fermato anche se su di lui proseguono gli accertamenti, come i rilievi sulle impronte palmari e plantari e la perizia sul suo cellulare, che la sera del 30 gennaio ha incrociato quello di Oseghale, già arrestato per omicidio, vilipendio e occultamento di cadavere con Desmond Lucky, 22 anni, e Lucky Awelima, 27 anni, presi a Milano. Tutti e tre sono accusati di aver ucciso Pamela e smembrato il suo corpo.

"In questa vicenda molte cose non tornano". Ne è convinto Gianfranco Borgani, avvocato difensore di Desmond Lucky: "La dissezione è stata fatta da persona esperta, la pulizia della casa e del corpo è molto accurata, perché allora lasciare a vista i trolley?". Forse qualcuno doveva prenderli e portarli via? Il sospetto c'è: "Potrebbe essere, forse siamo di fronte a una sorta di rito, dietro c'è qualcuno il cui nome non è ancora emerso, una persona pericolosa per gli indagati, magari hanno paura anche di ritorsioni verso i parenti in Nigeria e per questo non parlano".

In Nigeria, infatti, i delitti per smembrare e vendere parti di arti o organi sono noti e riportati anche in saggi e inchieste giornalistiche. Atti barbarici che coinvolgono "bambini, disabili, donne" nella convinzione che queste atrocità accrescerebbero "la forza", "il potere". I resti dei corpi servirebbero anche per la preparazione di "pozioni di ricchezza rapida" e vengono venduti a committenti e a "stregoni".

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • gianni1946

    gianni1946

    13 Febbraio 2018 - 19:07

    Siamo in Italia i Magistrati Boccaloni credono tutto quello che dicono questi criminali, va finire che non ci saranno indagati,,,,,non possono condannare queste risorse servono alla crescita del PIL

    Report

    Rispondi

  • ruspa57

    13 Febbraio 2018 - 16:04

    Non ci sara' mica qualcuno che li giustifica asserendo che è nella "" loro cultura??""" Questi sono sub-umani e condivido Feltri,e dire che possono essere tutti cosi non è un azzardo,quindi chi li difende va emarginato...ricordatelo il 4 Marzo

    Report

    Rispondi

  • eaglerider

    eaglerider

    13 Febbraio 2018 - 16:04

    A questo avvocato chiederei se la notte dorme ! E se riesce a dormire ...........

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

media