Cerca

A Roma

Autista del bus litiga con la moglie,
fa scendere i passeggeri e se ne va

Il guidatore: "Scendete tutti, brutti stronzi". Un'altra tegola sull'immagine delll'Atac, già travolta dai debiti e dallo scandalo-biglietti

Autista del bus litiga con la moglie,
fa scendere i passeggeri e se ne va

Ci mancava solo l'autista fuori di testa per completare l'immagine di sfascio in cui versa l'Atac, l'azienda del trasporto pubblico romano. Come quello del bus linea 44, che ieri mattina al quartiere Monteverde Vecchio ha risposto al telefonino mentre era in servizio. Quindi, di fronte ai passeggeri allibiti e spazientiti (erano le 8, piena ora di punta, e la gente stava andando chi a lavorare, chi a scuola) ha fermato il mezzo ed è sceso sul marciapiede per continuare l'animata conversazione. Dall'altra parte c'era una donna, probabilmente la moglie o ex moglie: ""Mi hai rovinato la vita. Vaffanculo tu e le tue richieste, lo vuoi capire che non ciò una lira?". E giù insulti di fronte ai sempre più allibiti passeggeri. Poi l'uomo è risalito a bordo, con le lacrime agli occhi. Vabbè, tutto a posto, adesso si riparte, avranno pensato gli utenti Atac. E invece no. Perchè il neuro-autista si è sporto dal posto di guida urlano: "Scendete tutti, brutti stronzi". E loro, gli stronzi col biglietto, a quel punto sono scesi come brave pecore, intimoriti dalla scenata del dipendente Atac. Che poi, a bus vuoto, ha chiuso le porte, ha impostato la scritta "deposito" in cima al mezzo e se n'è andato, lasciando i suoi passeggeri ad aspettare il bus successivo. Poi dicono di prendere i mezzi... L'Atac ha annunciato un'indagine interna. Ma un dipendente così andrebbe licenziato subito. E magari, dopo, aperta l'indagine.Poi dicono di prendere i mezzi...

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • cabass

    06 Dicembre 2013 - 12:12

    Nessuna scusa, lo "stronzo" è lui, non i passeggeri!

    Report

    Rispondi

  • Garrotato

    06 Dicembre 2013 - 12:12

    Ecco perché la chiamano città eterna! Prendi un autobus, quello ti scarica a metà strada e ti ci vuole un'eternità per arrivare al tuo lavoro (e magari ti prendi un'intemerata dal capo che s'è alzato col piede sbagliato). Ma come li selezionano, gli autisti ATAC, a Roma?

    Report

    Rispondi