Cerca

L'ombra della pedofilia

Sesso con i minori, per un italiano su tre è accettabile

Il risultato di un'indagine choc. C'è anche chi sostiene che sia "formativo"

Sesso con i minori, per un italiano su tre è accettabile

Sesso coi minori? Perché no, è "accettabile". Almeno così la penserebbe oltre un italiano su tre, il 38% per la precisione. E' quanto emerge da un'indagine Ipsos per Save the Children. Il 28% degli adulti ha tra i propri contatti degli adolescenti che non conosce personalmente, mentre l'81% pensa che le interazioni sessuali tra adulti ed adolescenti siano diffuse e trovino terreno fertile su internet. Inoltre un italiano su dieci attribuisce la "colpa" dell'iniziativa di contatto proprio agli adolescenti.

Le cifre - Secondo il 48% degli intervistati i ragazzi di oggi sono più disinvolti degli adulti nel loro approccio, nonché (per il 61%) sessualmente più precoci. Per il 36%, però, sono impreparati a gestire una relazione matura. C'è anche un 1% che sostiene che un rapporto sessuale con un adulto può essere formativo per il minore. Comunque per il 51% del campione gli adulti che fanno sesso con gli adolescenti sono o "irresponsabili" o "emotivamente immaturi".

Il campione - L'indagine è stata effettuata a gennaio su un campione di 1.001 adulti tra i 25 e i 65 anni in occasione del Safer Internet Day 2014, la giornata dedicata dalla Commissione Europea alla sensibilizzazione dei più giovani a un corretto e consapevole uso della rete. Tra i dati interessanti, anche quello che rivela che tra gli over45, il 37% del campione usa la rete (soprattutto i social network)per colmare il vuoto affettivo e conoscere persone disponibili a fare amicizia o ad intrattenere un rapporto amoroso.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • domenico.sbano

    10 Marzo 2014 - 18:06

    I minori sono il nostro futuro. Non esiste fare sesso con loro. Hanno il diritto di arrivare a fare le loro esperienze gradatamente ma questo lo si deve insegnare in famiglia. E un adulto che adesca (perchè solo di questo si tratterebbe) una o un minore altro non è che un approfittatore dell'ingenuità dell'adolescente.

    Report

    Rispondi

  • graziella

    11 Febbraio 2014 - 11:11

    l'ipocrisia di tanti sta facendo perdere il lume della ragione e del buonsenso, la spudoratezza e la vergogna stanno prendendo il posto della morale e dei valori della vita, i bambini che nascono nelle famiglie sbagliate diventano merce di scambio per pedofili e porci camuffati da immaturi ed irresponsabili e tutto questo lo si fa passare per normalità! le fiabe gay negli asili poi sono il fondo raschiato della melma , si vuole sconvolgere sin dall'infanzia la naturale legge della natura dove il padre e la madre naturali diventano quasi un tabù, per dare spazio ad ovuli e spermatozoi congelati e a uteri in affitto! poveri bambini, marionette di una società che non ha il coraggio di ammettere ciò che è giusto o sbagliato, che confonde il bene con il male, che vieta ai neonati di vedere il volto della mamma come prima immagine, la gioia ed il calore dell'allattamento al seno materno, la normalità negata per uso e consumo di adulti egoisti ed ipocriti, io sto con l'infanzia e la gioia...

    Report

    Rispondi

  • Fabio71

    10 Febbraio 2014 - 12:12

    … si prosegue con le adozioni, a scuola si fa il lavaggio del cervello ai bambini con le fiabe gay fin dall'asilo, in cui si magnifica l'amore omosessuale e poi si prosegue con la formazione "sul campo" delle giovani leve. Schifo e vergogna, non stupisce affatto che questa sottospecie di paese sia ormai allo sfascio.

    Report

    Rispondi

  • oenne

    09 Febbraio 2014 - 23:11

    DICHIARAZIONE ... pro vitae .. VOI.... ERGO... TRANSCULI DI SINISTRA DICHIARATE .... VOLETE CHE I TRANSUMANI BANANAS

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog