Cerca

Accerchiamento giudiziario

Nuova accusa per Berlusconi:
"Comprati altri 10 senatori"

La procura di Napoli apre un nuovo filone d'inchiesta: al centro delle indagini il voto sulla sfiducia a Silvio del 2010. Il Cav non è indagato

Nuova accusa per Berlusconi:
"Comprati altri 10 senatori"

Gianfranco Fini e Silvio Berlusconi a Roma

Dalla compravendita dei senatori che porto' alla caduta del Governo Prodi nel 2008 a quella a cavallo tra il 2010 e il 2011. Secondo la procura di Napoli come racconta il Corriere della Sera,  Silvio Berlusconi avrebbe comprato altri 10 parlamentari nel 2011. Questa l'accusa alla base della nuova indagine, che non vede ancora indagati, nata nell’ambito dell’inchiesta sulla compravendita dei senatori del 2008, per la quale il Cavaliere è accusato per finanziamento illecito corruzione. Se le accuse per il processo di De Gregorio andranno in prescrizione tra un anno, la nuova indagine avviata dalla Procura di Napoli è recente e quindi prevederà termini più lunghi rispetto alla prima. Va ribadito che in questo momento Berlusconi non è indagato in questo nuovo filone. Ma una cosa è certa: le toghe sono al lavoro per incastrarlo. 

L'arco temporale - Il periodo di tempo incriminato sono quei sei mesi tra la prima votazione per la sfiducia a Berlusconi il 14 dicembre 2010 e le due votazioni sul caso Ruby. La prima che bocciò l’acquisizione e ispezione dei documenti negli uffici del Cavaliere del 4 febbraio 2011 e le votazioni su Ruby sollevarono il conflitto di attribuzioni il 4 aprile 2011. Come riportano sul Corriere Fulvio Bufi e Fiorenza Sarzanini: "Le verifiche prendono le mosse da quanto era emerso dai verbali di interrogatorio di alcuni testimoni dopo la confessione di De Gregorio. Compreso Gianfranco Fini che il 4 aprile 2013, accetta di ricostruire davanti ai magistrati quanto avvenuto il 4 dicembre 2010 al momento di votare la sfiducia a Berlusconi". 

L'inchiesta - Come viene riportato dal Messaggero  il piano d'azione dei pm di Napoli Henry John Woodcock e Vincenzo Piscitelli partirà proprio dal finanziamento illecito e "si cercherà di risalire ai flussi finanziari legati ai rimborsi elettorali, dal momento del loro accredito sui conti del Pdl in avanti, oltre alle donazioni da parte di società del premier a cui ha accennato a verbale anche il tesoriere Rocco Crimi. Contemporaneamente, la procura verificherà anche le carriere dei parlamentari che diedero una mano al Cav".  All’attenzione dei pm ci sono una decina di parlamentari che nel corso di quei sei mesi hanno cambiato posizione, aiutando il governo Berlusconi. Dubbiosi per i pm furono quei tre voti mancati a Gianfranco Fini il 14 dicembre del 2010 che evitarono la caduta del governo Berlusconi.

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • direttoreemilio

    13 Febbraio 2014 - 16:04

    un personaggio inqualificabile e' il pregiudicato di Arcore.....Si e' fatto leggi ad personam per mandare in prescrizione i reati compiuti, si e' fatto leggi ad aziendam (se si potesse dire) per pagare meno tasse, nei governi che ha diretto ha fatto aumentare ai massimi livelli la pressione fiscale, lui il liberista de noantri, sempre nei suoi governi ha portato il debito sovrano a livelli incredibili.....senza contare tutte le nefandezze giudiziarie....le corruzioni sue o di suoi sodali (Mills, Metta, Squillante, De Gregorio)....per non parlare della sua vita privata con olgettine, Ruby rubacuori , D'Addario e via cantando....ed in questo forum trovi gente che lo esalta.....che lo difende.....un pena infinita....INENARRABILE......A tutte le persone che credono nell innocenza del loro paladino leggi ad personam ne elenco alcune Decreto Biondi (1994).Legge Tremonti (1994).Legge Maccanico (1997)D’Alema salva-Rete4 (1999).Gip-Gup (1999)Rogatorie (2001)Falso in bilancio (2002)

    Report

    Rispondi

  • melamatura

    13 Febbraio 2014 - 13:01

    Smettetela per favore con questa pantomima. Se il popolo sovrano decide in piena libertà di voler essere guidato da Silvio Berlusconi, chi siete voi per impedirlo, perchè il vostro è solo un tentativo di cacciarlo dalla politica e ormai se ne sono accorti anche i sassi. Continuare a inventare capi di imputazione non fa che accrescere la voglia della gente di continuare a votarlo.

    Report

    Rispondi

  • fonty

    fonty

    13 Febbraio 2014 - 09:09

    Il napoletano allora, che ce ne ha rifilato nelle costole addirittura 5 in un colpo solo, cinque personaggi mai votati da nessuno che verranno pagati finchè morte non verrà, i loro alti meriti sono soprattutto essere di sinistra e votare sempre a sinistra quando serve. Almeno quelli che non hanno seguito l'ordine di Fini per dare la fiducia al governo di cui loro stessi facevano parte, erano stati eletti con Berlusconi, quindi non si riesce a vedere cosa e chi abbia comprato, semmai al contrario non potrebbe essere Fini ad averne cooptato (o comperato fate voi) una parte per far cadere il governo? Quindi lui andrebbe indagato, non il cav. Mi sembra un'accusa molto infantile e risibile, il Sig. cazzodilegno dovrebbe stare più attento nel lanciarsi così.

    Report

    Rispondi

  • alvit

    13 Febbraio 2014 - 09:09

    certo che i komunisti sono veramente buffi. Se le fiducie chieste dai vari governi rossi, fossero state a scrutinio segreto, i vari mortazza, baffetto, monticciola di fuffa e pesce lesso, sarebbero caduti dopo due giorni. Berlusconi ha comperato senatori e onorevoli? ha fatto bene e il popolo komunista dovrebbe fargli un monumento.Li ha liberati dalle ganasce imposte dal partito. I komunisti sono solo dei falsi e degli ipocriti e lo abbiamo visto poco fa. Hanno messo in lista per il colle mortazza?? e dove è andato a finire? nella fogna. A quanti stava e sta sui zebedei , a sinistra, il pacioccone??

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog