Cerca

La partita delle tasse

Il Pdl sfida ancora Monti
"Imu aggravio inaccettabile"

E Alfano presenta il disegno di legge: niente tasse per le aziende che hanno crediti con la pubblica amministrazione

Continua la sfida a distanza tra il segretario del Pdl Angelino Alfano e il presidente del Consiglio Mario Monti su Imu e tasse. L’Imu, scrive oggi Alfano in una lettera ai sindaci del Pdl, "oltre a penalizzare fortemente i Comuni, introduce da un anno all’altro un aggravio fiscale insostenibile e inaccettabile per i cittadini". Alfano chiede anche ai "suoi" sindaci di mantenere invariata l’aliquota Imu, "non aumentandola ulteriormente rispetto a quanto stabilito dal governo".

Il segretario Pdl ha presentato oggi il disegno di legge grazie al quale le aziende che vantano crediti con la pubblica amministrazione possano essere esentate dal pagare le tasse fino all'ammontare del credito.  Il partito, nella proposta di legge sulla compensazione a favore delle imprese che vantano crediti nei confronti dello Stato, chiede al governo di intervenire "entro tre mesi" dalla data di entrata in vigore della presente legge con "uno o più decreti legislativi" affinchè le imprese che hanno crediti con la PA possano compensare tali crediti con i debiti a loro carico relativi a "obbligazioni tributarie". Perchè ciò sia possibile, si legge, i crediti "devono essere certificati entro 60 giorni, con apposito provvedimento dal ministero dell’Economia". Inoltre, la compensazione "può essere effettuata esclusivamente con debiti relativi a tributi dovuti nei confronti della medesima amministrazione statale, Regione o ente locale titolare del credito vantato".

roma

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • imahfu

    05 Maggio 2012 - 00:12

    Ma a parte cio', o si appoggia il governo oppure lo si fa cadere. Il bifrontismo in un momento di crisi é la cosa peggiore. Vuol dire ''guarda che ci sono anch'io'. Ma chi te vole, Alfa'? Cercati il quid, prima e non spararle grosse come la compensazione tra debiti e crediti con lo Stato: sono ben oltre i 100 miliardi. Dove li trovi? Con altre IMU o con la vendita delle ville di Berlusconi? MA VA LA'

    Report

    Rispondi

  • 654321

    04 Maggio 2012 - 17:05

    Giuste parole di Futuro Libero !! Alza le chiappe e galoppa, sbrigati, non blaterare , ci vogliono i fatti!! Con che faccia ti ripresenterai?

    Report

    Rispondi

  • pi.bo42

    04 Maggio 2012 - 17:05

    Demagogia da elezioni!

    Report

    Rispondi

  • futuro libero

    04 Maggio 2012 - 12:12

    adesso è ora di fare i duri. Coraggio. Non si può pretendere un aumento del 60% della rendita catastale, e la seconda casa uno potrebbe averla avuta in eredità, enon potendo pagare un tassa più che rddoppiata si è costretti a vendere, i soldi poi magari ci vengono rubati da amato come 20 anni fa. Alfano pensi ai disagi ai suicidi, non è giusto che si chiedano sacrifici solo a noi.

    Report

    Rispondi

blog