Cerca

Patriottismo sui banchi

Il governo dei prof porta l'Inno di Mameli a scuola

Solo la Lega non ha votato a favore della legge passata al Senato

Il governo dei prof porta l'Inno di Mameli a scuola

L'Inno di Mameli saà insegnato a scuola. Il Senato ha dato il via libero definitivo al ddl che prevede l’introduzione dell’inno in aula. I sì sono stati 208, i no quattordici, due gli astenuti. Hanno votato a favore tutti i gruppi, ad eccezione della Lega Nord. Addirittura, molti senatori del Carroccio, per protesta, hanno abbandonato l’aula prima del voto. Il provvedimento diventa ora legge.  Il provvedimento approvato dall’aula del Senato istituisce, inoltre, che il 17 marzo sia la "Giornata dell’Unità della Costituzione dell’inno e della bandiera", ma non sarà un giorno festivo.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Oscar1954

    13 Novembre 2012 - 17:05

    Se i comunisti vinceranno le prossime elezioni politiche, oltre a rendere obbligatorio imparare l'inno di mameli, i sinistri renderanno obbligatorio imparare a cantare anche "BANDIERA ROSSA"

    Report

    Rispondi

  • ludvig53

    09 Novembre 2012 - 09:09

    non sono sicuro che mameli sarebbe orgoglioso di aver scritto l'inno per questa italia del terzo millennio ! io purtroppo conosco perfettamente l'inno italiano,da ragazzo e da militare ero orgoglioso di intonarlo ma ora ogni volta che lo cantano o lo suonano in televisione,ho l'impulso immediato di cambiare canale.non mi ci riconosco più !! ma se proprio vogliono,perche' non istituiscono l'ora facoltativa di musica per imparare sto' inno ? magari qualche immigrato clandestino ci andrebbe per ottenere il permesso di soggiorno. OBBLIGO DI COSA ?? riuscissero almeno a risolvere i veri problemi che affliggono gli italiani invece di buttare al vento in aula a montecitorio ore pagate dagli italiani. ma poi questi ministri l'inno lo conoscono ?

    Report

    Rispondi

  • iltrota

    09 Novembre 2012 - 08:08

    Scusa, mi ero dimenticato di te (succede, di questi periodi...), ma recupero subito: in KULO anche a blues188 !!!!!!!!!

    Report

    Rispondi

  • ludvig53

    09 Novembre 2012 - 08:08

    se molti si lamentano per i crocifissi negli uffici pubblici perchè non tutti sono cristiani o sono atei o altro, gli stranieri in italia dovrebbero chiedere per par condicio che impariamo anche i loro inni. ormai siamo una nazione multietnica ! io non mi sento italiano: se obbligheranno mio figlio ad imparare imparare l'inno italiano,farò in modo che lo dimentichi immediatamente.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog