Cerca

Elsa in fuga

Fornero, ministro in tournée
Ecco la sua settimana in giro

Dal Veneto alla Toscana, da Torino a Trento: Elsa passa più tempo in giro che al ministero

Il ministro Elsa Fornero

Il ministro Elsa Fornero

Un ministro in tour. Elsa Fornero passa più tempo in giro a fare conferenze, interventi, convegni che nel suo ufficio al ministero del Lavoro. La sua agenda è fittissima. Ecco, andando a ritroso, la settimana del nostro ministro gaffeuse

Mercoledì 28 novembre All'associazione stampa estera di Roma per partecipare alla presentazione del libro di Antonio Polito, "Contro i papà"

Martedì 27 novembre Fornero presenzia al convegno la "violenza sulle donne nei luoghi di lavoro" organizzato dalle tre sigle sindacali

Lunedì 26 novembre  Fornero è a Torino, alla cerimonia di consegna delle onoreficenze "al merito della Repubblica Italiana"

Domenica 25 novembre Elsa Fornero, è al Lingotto a Torino per la consegna dei Premi alla fedeltà a lavoro della Camera di Commercio di Torino al Lingotto.

Venerdì 23 novembre  Elsa è a Verona e interviene al convegno Job & Orienta

Giovedì 22 novembre  Elsa Fornero, parlando è al  convegno organizzato dall’istituto Stensen a Firenze

Mercoledì 21 novembre Elsa Fornero è al ministero della Salute per incontrare il ministro Balduzzi e per la conferenza sull'Amianto. Poi si va in Rai, a registrare la puntata di «Porta a Porta» - un dovere quando si è star -, e solo alle 18.30 Fornero raggiunge Monti e Passera a Palazzo Chigi, per siglare l’accordo sulla produttività. Ma qui fortunatamente la trattativa era già conclusa: convenevoli, firma e alle 21 era già in conferenza stampa, ai soliti orari strampalati in cui questo governo relaziona sui suoi passi più importanti, fuori dalla portata dei tiggì e in modo che nessun giornale abbia tempo d’approfondire.

Martedì 20 novembre Il ministro è a  Roma. Al lavoro? Sì; beh, forse, negli avanzi di tempo tra il Workshop “Beni culturali e imprese. Musei aperti, musei chiusi” e l’intervento conclusivo al Consiglio di Indirizzo e Vigilanza Inps. Quindi, giusto il tempo di una colazione e già incombeva la Riunione plenaria di insediamento del Comitato Interministeriale di Coordinamento per la Lotta alla Pedofilia.  

Lunedì 19 novembre Il ministro era a Trento a un convegno di Confindustria, per spiegare ai giovani come «far ingranare il futuro». Ma martedì era già a Roma. Al lavoro? Sì; beh, forse, negli avanzi di tempo tra il Workshop “Beni culturali e imprese. Musei aperti, musei chiusi” e l’intervento conclusivo al Consiglio di Indirizzo e Vigilanza Inps. Quindi, giusto il tempo di una colazione e già incombeva la Riunione plenaria di insediamento del Comitato Interministeriale di Coordinamento per la Lotta alla Pedofilia.  

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • GINO47

    11 Dicembre 2012 - 13:01

    Avete visto con quanta supponenza rispondeva (non ha mai risposto) alle domande dell'inviato di Report?

    Report

    Rispondi

  • GINO47

    09 Dicembre 2012 - 09:09

    Finalmente la cacciano via insieme alla sua "dotta" compagnia (Monti annuncia le dimissioni ma, nella realtà è stato cacciato). Questa "scaramacai", già conigliere comunale del PD (altro che avulsa, ha fatto danni per rimediare ai quali ci vorranno anni di patimento, soprattutto per i giovani. Speriamo in un forte ricompattamento del centro destra per battere questi predoni di sinistra abituati a sfruttare il popolo. Dai Silvio ..hanno già il pannolone, basti pensare a Casini che si coalizza financo con Vendola...E Fini? Scaricato anche da Montezemolo..rottamato, conferito......hahahahahahaha

    Report

    Rispondi

blog