Cerca

I numeri

Sondaggi Ipr e e Tecnè su Roma, il Movimento Cinque Stelleè primo con il 35%

Ignazio Marino si è dimesso da sindaco di Roma

C'è una domanda su cui tutta Roma e tutta l'Italia si interrogano a proposito del caos nella Capitale dopo le dimissioni di Ignazio Marino: si votasse oggi per un nuovo sindaco, chi vincerebbe? Il dato condiviso dai sondaggi Tecné e Ipr, diffusi da Bruno Vespa a Porta a porta, è che nessuna forza politica oggi vincerebbe al primo turno da sola. Ma ce n'è una più avanti di tutte ed è il Movimento Cinquestelle.

I consensi - Lo schieramento di Beppe Grillo, al momento, si attesta intorno al 35% dei consensi. Le forze di centrodestra raggiungono tutte insieme il 26%. Il grande escluso, in caso di ballottaggio, sarebbe addirittura il Pd. Il partito di Matteo Renzi non riesce a riconquistare la fiducia dei romani dopo il pasticcio di Marino e si ferma attorno al 19%. Un tracollo senza precedenti, soprattutto se si considera che alle elezioni Comunali del 2013 il Pd raccolse il 26% e la coalizione a sostegno di Marino ben il 42%.

Niente bis per Marino - Le cattive notizie riguardano anche lo stesso Marino. Alcune indiscrezioni avevano prospettato uno scenario tanto incredibile, quanto beffardo del Marziano Marino pronto a tornare davanti agli elettori romani con una propria lista. Quell'ipotetico nuovo soggetto era stato valutato dai primi sondaggi attorno all'8%. Ma non appena il sindaco ha rassegnato le dimissioni, la stima sulla sua lista si è impietosamente dimezzata arrivando al 4%. Anche se a Roma personalità famose e diversi gruppi di cittadini si siano schierati a favore dell'ormai ex sindaco e abbiano invocato un suo ritorno, sembra che le possibilità di un Marino bis, almeno secondo i dati, siano davvero scarse. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • demaso

    16 Ottobre 2015 - 07:07

    Anche io penso a M5s, ma dopo la votazione allo jous soli sono molto indeciso!

    Report

    Rispondi

  • micael44

    15 Ottobre 2015 - 15:03

    Mi chiedo quale sarà il futuro di Marino. Cacciato dagli americani anche lì per scontrini e ricevute e non credo solo per quello (forse il bisturi lo usava male), estromesso - si fa per dire - dalla politica, gli auguro di avere un cospicuo conto in banca (visto che usava solo i soldi pubblici) in modo da poter vivere di rendita! Potrebbe fare il medico della mutua?! In Italia si.!!!

    Report

    Rispondi

  • viola52

    15 Ottobre 2015 - 12:12

    "....Anche se a Roma personalità famose e diversi gruppi di cittadini si siano schierati a favore dell'ormai ex sindaco e abbiano invocato un suo ritorno, ..." saranno quelli che con il sindaco ci mangiavano in tutti i sensi.....non si spiga altrimenti. ^_^

    Report

    Rispondi

  • gregio52

    15 Ottobre 2015 - 12:12

    La "coglionaggine" degli italiani è senza limite. I politici possono rubare e sperperare il denaro pubblico anche in pubblica piazza che trovi coloro che hanno il coraggio di giustificarli e difenderli. Più i parenti sono invischiati in corruzione, bancarotta più sono gettonati e posti al vertice. Allora è vero che questo paese è costituito solo da gente del mal affare.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog