Cerca

Il retroscena

Re Giorgio dalla Merkel
appena chiuse le urne:
va a prendere ordini?

Martedì mattina, subito dopo il voto, Napolitano in visita di Stato in Germania (fino al 1° marzo). Il sospetto: Angela vuole decidere il nostro governo

Giorgio Napolitano e Angela Merkel

Napolitano e Merkel

 

Dopo il novembre del 2011, a più riprese Silvio Berlusconi ha adombrato il sospetto di una cospirazione europea - orchestrata a colpi di spread - dietro alla caduta del suo governo. I "grandi protagonisti" del piano o presunto tale sono ormai arcinoti: l'Unione europea e le sue istituzioni, ma soprattutto la Germania di Angela Merkel, spalleggiata dall'italico Quirinale abitato da Giorgio Napolitano. Sono stati spesi fiumi di inchiostro sulle presunte telefonate tra Roma e Berlino in cui si discuteva di come detronizzare il Cavaliere; Libero ha dato conto dei documenti taroccato del Fmi. L'obiettivo, sempre lo stesso: gettare discredito sul governo di Berlusconi e accompagnarlo a una fine che si è poi rivelata traumatica. Il fine di tutto ciò, l'ingresso in scena di Mario Monti e del suo governo tecnico, un esecutivo fedele alle linea (europea), incarnazione dell'ortodossia continentale e pronto ad accondiscendere qualsivoglia desiderata di Berlino. Il conto lo stiamo pagando sulla nostra pelle: Imu, tasse, recessione, disoccupazione, sfiducia, l'ascesa di Beppe Grillo in un Paese allo sfascio e via dicendo.

Dopo 12 mesi... - Oggi però la parentesi tecnica è terminata. Le urne si sono appena chiuse e hanno disegnato un quadro a tinte incerte.. Giorgio Napolitano è ancora al Quirinale. In Germania ancora la Merkel, intransigente nelle sue posizioni da ultrà dell'austerity, . La Cancelliera continua ad avere un peso predominante in Europa. Le parole e i diktat della signora hanno un significativo peso specifico, e il primo a voler prendere nota del verbo di Angela è ancora Giorgio Napolitano, pronto ad ascoltare i consigli interessati della Germania. Insomma, l'asse Roma-Berlino negli ultimi 12 mesi non si è incrinato. Almeno per quello che concerne due componenti: Napolitano e Merkel, appunto. E' un caso, dunque, che il presidente della Repubblica italiana è  in visita di Stato in Germania da oggi,  26 febbraio al primo di marzo? Nel momento in cui in Italia si chiudono le urne, Re Giorgio prende un aereo e va a Berlino. E non si tratta di un viaggio programmato da tempo: è stato comunicato solo giovedì 21 febbraio. Napolitano dalla capitale tedesca osserverà l'esito delle elezioni. Poi prenderà altro tempo, altri giorni al fianco della Cancelliera. Probabilmente è un caso. Difficile però non lasciarsi suggestionare da un più che legittimo sospetto: Napolitano è andato a prendere qualche nuovo ordine dalla Merkel? Forse i due studieranno con attenzione il verdetto delle urne, con tutta probabilità nebuloso, indecifrabile. L'Italia potrebbe dover tornare subito alle urne, o peggio piegarsi a un nuovo governo di grande coalizione. Giorgio e Angela, come accadde ai tempi dell'ingresso in scena di Monti, forse vorranno tracciare insieme il migliore degli scenari per l'Italia (migliore per la Merkel e per l'Europa, però, e non per noi).

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Devogu

    27 Febbraio 2013 - 16:04

    E' una antica abitudine. Prima prendeva ordini da Mosca, ora dalla tedesca, e non è la prima volta da quando aggravò la crisi cacciando il berlusca e nominò santo il Monte dei Bocconi per meriti insigni, ora sparito dalla circolazione con la speranza che non ricompaia seminando terrore.

    Report

    Rispondi

  • lucia elena

    26 Febbraio 2013 - 17:05

    La sua senilità non gli permette di comprendere il popolo italiano che finalmente ha pensato con il proprio cervello rifiutando ad essere succube della sua amica merkel. Perfortuna che aveva dichiarato che il comunismo è stato un fallimento ma chissà perchè l'attrazione tedesca è più forte dei suoi (falsi?) pensieri.Noi siamo italiani e come tali vogliamo essere liberi.

    Report

    Rispondi

  • pinet47

    26 Febbraio 2013 - 16:04

    Il nostro incapace (col carapace) va a prendere ordini su cosa fare dopo le elezioni. Fortuna che lo dovremo sopportare ancora per poco!

    Report

    Rispondi

  • luigi123

    26 Febbraio 2013 - 15:03

    Una volta andavano in USA a presentare il nuovo governo e ovviamente a prendere la dovuta benedizione. I tempi sono cambiati forse e gli USA avranno delegato la Germania per quella farsa e cosi' e' giusto che si vada dalla Merkel... Si tratta sempre di PARALLELE CONVERGENTI, O NO..?? Allegria... e viva l'italia... una e indivisibile ma poragrama.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog