Cerca

Achtung i tedeschi si arrabbiano

La Bundesbank minaccia l'Italia:
"Per voi nessun aiuto dalla Bce"
Merkel & C. ci bastonano ancora

Il presidente della banca centrale tedesca: "Senza riforme, non sperate negli aiuti, siete voi responsabili di ciò che accade". L'ennesima ingerenza a casa nostra

La Bundesbank minaccia l'Italia:
"Per voi nessun aiuto dalla Bce"
Merkel & C. ci bastonano ancora

I tedeschi continua farci i conti in tasca e a giudicare la politica di casa nostra. Questa volta a parlare è il presidente della Bundesbank, la banca centrale tedesca. "Se l’Italia smetterà di proseguire sulla via delle riforme, dovrà trarne le conseguenze sul piano economico, senza sperare in aiuti della Bce". La severa messa in guardia arriva in un’intervista al settimanale 'Focus' da parte del presidente della Bundesbank, Jens Weidmann, secondo il quale "se in Italia protagonisti importanti della politica discutono di una marcia indietro sulle riforme o addirittura sull'uscita dell’Italia dall’euro e come conseguenza aumenta lo spread dei titoli italiani, allora ciò non può e non deve essere un motivo per interventi della banca centrale". Insomma questo è l'ennesima minaccia teutonica sul nostro Paese. Una guerra che si gioca sui mercati e soprattutto in Europa. Forse i tedeschi vogliono un Monti-bis o un governo tecnico. Gli italiani hanno votato e hanno scelto diversamente. Ma Weidmann insiste: "Ogni paese è responsabile delle sue azioni, per questo una completa garanzia o un finanziamento della banca centrale sono per questo motivo escluse in base ai trattati". Il presidente della Bundesbank lancia come ultimo ammonimento che "i cittadini ed il governo decidono sulla linea della politica nazionale e devono sopportarne le conseguenze". Ormai come dice il Cav: "Siamo una colonia tedesca". Grazie Prof. 


Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Liberopensatore1950

    18 Marzo 2013 - 10:10

    Lei ha perfettamente ragione ma, per chi afferma questo, è previsto il rogo siccome certi furbacchioni allineati e coperti dal sistema dicono che sarebbe il disastro. Noi diamo miliardi all'Europa e riceviamo reprimende ed ordini di austerity. Il punto non era, in allora: non euro, no europa, ma solo un folle circondato da inetti poteva accettare di adottare una moneta che, percependo sempre 1, avremmo comprato a 2 e, ciò che pagavamo 1, da allora, si è pagato 2, sempre con risorsa economica 1. Se piazzeranno Monti come Capo dello Stato, sicuramente si farà la Repubblica Presidenziale modificando Costituzione e legge elettorale. Divverrà così il borgomastro del landitalico. Con i benpensanti che abbondano, nel caso tizio si sentisse perseguitato politico e decidesse di saltare su un gommone verso il Marocco o la Tunisia, secondo i santipd, come sarebbe accolto: coltellate, fucilate, tritolo. Ma noi adottiamo l'euro, accogliamo, diamo le case a coloro che son piovuti dal cielo...

    Report

    Rispondi

  • gregio52

    16 Marzo 2013 - 23:11

    Ci complimentiamo per il suo lavoro di lecchinaggio o meglio quasi da 90 gradi con la Merkel. Ma vede ho l'impressione che la Merkel ormai, come tutti i tedeschi, hanno bisogno del guttalax.

    Report

    Rispondi

  • maiona

    16 Marzo 2013 - 23:11

    lo sanno benissimo che non esiste europa senza Italia..e sanno anche che se l'Italia esce dall'euro..quelli che ci lascerebbero le palle sono i tedeschi..lo sanno benissimo..basta essere servi dei mangia crauti...l'italia agli Italiani...fuori da questa europa di banchieri...

    Report

    Rispondi

  • ermetere

    16 Marzo 2013 - 22:10

    PS: In applicazione della Lex Monetae, approvata in tutto il mondo, la conversione è fatta con cambio 1 a 1, a prezzi bloccati. I pagamenti, sono fatti in Lire, mentre i depositi, li lasci in euro, che è valuta straniera. Ne conseguono due cose. Se svaluti ad esempio del 25% i tuoi 1000 € in banca, immediatamente diventano 1250 Lire. Quando poi vai a pagare o prelevare, di fatto stai vendendo euro in cambio di lire. Questo riallinea velocemente, di solito un anno, le due valute. Nel frattempo, se devo pagare un miliardo di titoli, io Stato per la Lex Monetae pago un miliardo di SEGUE: titoli in lire e non in euro (il 98% di tutti i contratti, sono di diritto italiano). Ne consegue che, in Italia, non cambia nulla, ma chi invece ha i pacchetti del debito estero, circa il 25%-30% del totale, riceve 1 miliardo di lire, che in Europa valgono 750 milioni di euro, a meno che aspettino il riallineamento e la rivalutazione per cambiarli.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog