Cerca

Lo sgambetto?

CdM, spunta il ddl sui partiti: chi non ha lo statuto, non avrà sgravi fiscali

Il ddl approvato in CdM prevede sgravi solo per i partiti "con statuto". Stessa ratio del ddl del Pd anti Movimento 5 Stelle

CdM, spunta il ddl sui partiti: chi non ha lo statuto, non avrà sgravi fiscali

I partiti che non adotteranno uno statuto, con criteri di trasparenza e democraticità, non potranno essere ammessi a benefici quali le detrazioni per le erogazioni volontarie, la destinazione volontaria del 2 per mille e la concessione gratuita di spazi e servizi. Lo prevede il ddl approvato in Consiglio dei Ministri, e non mancheranno polemiche. E la notizia dell'approvazione da parte del governo Letta del ddl sulll'abolizione del finanziamento pubblico ai partiti, potrebbe suonare, alle orecchie di eletti e sostenitori del Movimento 5 Stelle, potrebbe apparire quasi una beffa. Ecco perché.

Sgambetto a Grillo? - La ratio del ddl sullo statuto dei partiti pare del tutto simile al ddl presentato 10 giorni fa dai capigruppo Pd di Camera e Senato, Luigi Zanda e Anna Finocchiaro che prevedeva l'obbligo per tutti i partiti di acquisire personalità giuridica pena il mancato accesso al finanziamento pubblico e la partecipazione alle competizioni elettorali (conseguenza, quest'ultima, assente invece nel ddl approvato dal governo). Un ddl, quello democratico, giudicato da più parti (anche dagli stessi ambienti Pd) "anti-Movimento 5 Stelle". E il ddl finito sul tavolo del governo non è da meno, anzi: il M5S, vanto di Beppe Grillo, è l'unico protagonista politico italiano a non avere uno statuto, ma un "non statuto"

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • ramon57

    31 Maggio 2013 - 16:04

    S I A M O A L L E S O L I T E. Prima le proprie tasche e poi tutto il resto. I nemici scomodi facciamoli fuori a tutta magistratura, esenzioni fiscali e benefit vari, dopo di chè, penseremo ai suicidi di massa, vittime degli strizza palle statali, ai posti di lavoro, e agli esodati derubati, ai quali hanno tolto tutto e subito e non certo in tre anni come hanno organizzato per loro stessi sui finanziamenti pubblici. Ma attenzione: come diceva Vanna marchi, in Italia ogni giorno si svegliano un dritto e tre coglioni (sottolineo che con questi si è arricchita), quindi è pensabile che queste carcasse politiche continueranno a prendere voti. Guardate chi vincerà alle prossime amministrative... S V E G L I A T E V E.

    Report

    Rispondi

  • silvano45

    31 Maggio 2013 - 15:03

    Non ho votato grillo ma stiamo freschi se ci fidiamo di questi partiti che hanno lo statuto ma che saccheggiano e rubano al paese alla grande,grillo ha il grande merito di aver fatto da megafono allo schifo della politica e dei partiti ora questi ultimi insieme ai media che sono i loro maggiordomi tentano di eliminarlo. Vedremo la reazione della gente!

    Report

    Rispondi

  • pat.en1965

    31 Maggio 2013 - 15:03

    Cucu, perchè non fate un bel articolo sulle fondazioni

    Report

    Rispondi

  • futuro libero

    31 Maggio 2013 - 15:03

    anche se ero d'accordo su molte cose,ma per mia esperienza non mi fido mai di chi promette troppo e solo quello che i delusi vogliono,ma ritengo che quella D del PD non voglia dire democratico,io preferirei che si possa prendere in considerazione solo i partiti che abbiano raggiunto una percentuale,così da avere meno partitini sul carrozzone.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog