Cerca

La vendetta

Manifestazione del Pdl: la procura di Roma avvia un'inchiesta

Manifestazione del Pdl: la procura di Roma avvia un'inchiesta

E dopo le denunce la procura si muove. Ancora bufera a Roma dopo la manifestazione del Pdl di domenica scorsa. Il sindaco Marino aveva messo nel mirino il Pdl parlando di manifestazione "non autorizzata" e di danneggiamenti. Ora dalle parole si passa ai fatti. La procura di Roma ha avviato un'inchiesta ipotizzando il reato di danneggiamenti in via del Plebiscito, davanti all'abitazione romana dell'ex premier. Sul tavolo del procuratore aggiunto di Roma, Pierfilippo Laviani, è giunta l'informativa della polizia di Roma Capitale nella quale si contestano irregolarità per l'allestimento del palco nei pressi dell'ingresso di palazzo Grazioli.

Il fascicolo della procura -  Dunque lo scontro tra il Campidoglio e il Pdl si accende. Al momento si ipotizza il reato previsto dall'articolo 635 del codice penale per il danneggiamento dei cartelloni stradali. Si tratta di un fascicolo ancora contro ignoti e solo le successive verifiche potrebbero portare all'iscrizione nel registro degli indagati degli organizzatori di cui si fa riferimento nella relazione della polizia municipale. Ma conoscendo come girano i meccanismi giudiziari quando c'è di mezzo Silvio Berlusconi non è escluso che poi a finire sul registro degli indagati sarà proprio lui. Dopo tutto, se è stato condannato per frode fiscale nonostante non fosse più a capo di Mediaset, è legittimo pensare che possa accadere lo stesso anche per la manifestazione organizzata dal suo partito a suo sostegno. 

Sanzione amministrativa -
La procura ha chiesto ai vigili urbani ulteriori accertamenti, e se la contestazione dovesse rimanere quella attuale non si esclude che la vicenda possa essere chiusa con una sanzione pecuniaria.  Per gli organizzatori è in arrivo una sanzione amministrativa da 4.500 euro e una multa di 168 euro. Il Pdl già da ieri è sul piede di guerra contro Marino. Cicchitto e la Santanchè lo hanno definito "un cretino". Ma dopo l'apertura del fascicolo da parte della procura lo scontro è ben lontano dalla fine. (I.S.)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • zelig12

    08 Agosto 2013 - 11:11

    Ti avevo già risposto ieri,ma il post non è passato.Io ti auguro una vita lunghissima,ma credo che i tuoi voti non potranno essere esauditi,perché essi si sostanziano del desiderio di causare un male ad un altro essere umano,perciò ho l'impressione che tu debba rivolgerti ad altro sportello,non a quello divino.Per quanto riguarda i tuoi figli,consolati,avresti forse preferito che essi vivessero per vent'anni in epoca stalinista o consimili?

    Report

    Rispondi

  • IlBecchino

    07 Agosto 2013 - 15:03

    Infatti spero di assaporare in vita quella gioia maggiore di cui parliamo. Ma se non mi sarà concesso (ho solo 9 anni di vantaggio), sarà concesso ai miei figli che hanno avuto la sventura di vivere vent'anni della loro giovane vita nell'era berlusconiana. Questo pensiero mi è di grande consolazione, perché non c'è dubbio che prima o poi avverrà (anche quel bel tomo di Don Verzé non è riuscito a scamparla - volevano arrivare a 120 anni i due vecchi malvissuti)

    Report

    Rispondi

  • guifra35

    07 Agosto 2013 - 15:03

    una occasione cosi ghiotta che se la lasciano sfuggire?

    Report

    Rispondi

  • zelig12

    07 Agosto 2013 - 15:03

    Ciao,654321,che piacere ritrovare i vecchi amici,anche tu condividi la gioia di avere Under di nuovo tra noi?

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog