Cerca

Voltagabbana

Amnistia, Grillo: "Ci vorrebbero meno carcerati". Il post del 2011 che inguaia il comico

Per il Colle il M5S "se ne frega della gente", il comico accusa il Quirinale di voler salvare Berlusconi. Ma Beppe nel 2011 voleva "meno carcerati"

Beppe Grillo

"Marco Pannella si sta battendo per una causa giusta, contro le morti in carcere, ogni anno più di 150". Parole di Beppe Grillo che aggiunge: "Non ci vogliono più carceri, ma meno detenuti". Anno 2011, il post del leader 5 Stelle è ancora al suo posto, sul blog del comico genovese. Due anni fa, con i grillini ancora in fasce e senza poltrone da occupare, le parole del capo avevano un suono diverso rispetto a quello che hanno oggi: cambiare idea è lecito, ma questa volta a dispiacersene saranno stati i detenuti. All'epoca Grillo condivideva le posizioni del Partito Radicale, oggi no: Pannella e suoi si sono sempre battuti al fianco dei detenuti ed hanno sempre avvallato ogni ipotesi di aministia e indulto. Il carcere fa male, lo dice da sempre Pannella, l'ha detto per un periodo anche Grillo che oggi fa le barricate contro Giorgio Napolitano, reo di aver proposto, ieri 8 ottobre, misure straordinarie in favore dei carcerati. 

Lacrime Napulitane - Grillo è tornato ad attaccare il presidente della Repubblica per aver versato "lacrime napulitane" sospette. L'idea che bazzica in testa al capo 5 Stelle è che la legittima richiesta di Napolitano sia stata fatta per salvare Silvio Berlusconi e gli odiati colletti bianchi galeotti. La paura, per Grillo, è che i furfanti di tutto il mondo possano sentirsi legittimati a compiere reati: "Il richiamo per i delinquenti degli altri Paesi - scrive il comico - diventerà una sirena irresistibile". Beppe, allora, sciorina le idee pentastellate per tamponare l'emorragia carceraria e ripesca qualche idea espressa già nel 2011 (come l'abolizione della Fini-Giovanardi), ma si dimentica di quando disse che ci sarebbero dovuti essere "meno detenuti". 

Nisciuno è fesso - Grillo è arrabbiatissimo perché il presidente ha avuto il coraggio di dire che i 5 Stelle "se ne fregano" del Paese e degli italiani e quindi lo attacca. Gli accusa di voler difendere la casta, in generale, e Berlusconi, in particolare. Peccato che un'icona grillina come Stefano Rodotà abbia detto che l'idea di Napolitano ci può stare eccome: "Sull’amnistia ho scritto tanto in passato: la mia risposta è sì. E se l’obiezione è: se ne giova Berlusconi, non me ne frega". Ro-do-tà, innalzato nel Pantheon pentastellato ad aprile, rischia adesso l'epurazione: l'accusa potrebbe essere non aver cambiato idea come, invece, è successo al comico-leader. "Ccà nisciuno è fesso", ha scritto Grillo e, su questo, tutti d'accordo. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • tizi04

    10 Ottobre 2013 - 08:08

    con l'ultima amnistia sono morte 3 persone, uccise da ex detenuti appena liberati. Avvisate i parenti e amici di quelli che liberete almeno potranno mettersi in salvo. Poiche` liberete sopratutto rom, clandestini asiatici e africani, non chiedetevi se con le feste aumenteranno furti, omicidi, droga, violenze ecc. Non bisogna essere geni per prevederlo !

    Report

    Rispondi

  • aldo delli carri

    10 Ottobre 2013 - 07:07

    le carceri si liberano riducendo le le leggi su reati inesistenti. l'italia è una repubblica penale. con il continuo emanare di leggi assurde vi è in atto un processo di criminilizzazione della vita collettiva, accrescendo a dismisura il potere dei magistrati. questo processo si sta avventando anche su chi lo ha prodotto , e cioè gli uomini di governo. il ricorso massiccio al carcere - vera e propria abiezione contraria a ogni senso di umanità e antinomica alla rieducazione del condannato (con buona pace dell'art. 27 della costituzione sempre invocata da tutti)- accresce questa somiglianza della vita associata a un bagno penale...in italia si puniscono i vizi e non i crimini...e poi avete valutato l'affare carceri? vi siete mai chiesto quanto costa allo stato un detenuto al giorno? agenti di custodia , fornitori di alimenti e bevande, lavanderie, fornitori di biancheria, fornitori di materiali di ufficio...ma risparmiatevi il cervello---paese corrotto...

    Report

    Rispondi

  • Libero Di Rino (LDR)

    09 Ottobre 2013 - 23:11

    a prenderci in giro.

    Report

    Rispondi

blog