Cerca

Il nuovo scenario

Sondaggi, Forza Italia Basta il vecchio nome:
così aumentano i voti

Sondaggi, Forza Italia Basta il vecchio nome:
così aumentano i voti

Lo chiamano brand. Nelle ricerche di mercato il marchio è uno degli «oggetti» più analizzati. Un altro termine americano: awarness. La conoscenza, la consapevolezza. Se ne fanno di tutti i colori per capire quanto il marchio di un prodotto sia conosciuto, posizionato, eccetera, con altri e sempre più strani termini Usa per definire le tecniche delle indagini di mercato. D’altronde gli americani non sono certo sprovveduti e sanno quanta forza commerciale possa avere il marchio di un prodotto. Ed in politica pare essere la stessa cosa. È accaduto che domenica scorsa si sia riformata la Nuova An che, sostengono i promotori, vuole riportare sulla scena politica il «simbolo di un partito scioltosi quattro anni fa senza essere stato sconfitto alle elezioni e senza avere problemi con la giustizia».

 La scissione del Pdl tra falchi e filo-governativi può essere trasformata dal Cavaliere in una nuova occasione. Vi spiego. Si mantengono entrambi i simboli: ovvero si accontentano entrambe le fazioni e, soprattutto, si dà una maggiore offerta all’elettore. Normalmente il nostro istituto non pubblica le intenzioni di voto ai partiti, preferisce concentrarsi su altri tipi di analisi, per ragioni che sono state già spiegate, ma per avere una riprova di quanto potrebbe succedere si è fatta un’eccezione. Il risultato è stupefacente.  La nuova An al 6%, Fratelli d’Italia neanche all’1%. Pdl al 10% e Forza Italia al 18%. La somma dà 5 punti in più di quanto veniva dato il partito unitario del centrodestra negli ultimi sondaggi. Anche a sinistra si vede. Vendola indagato? Ecco che alcuni si rifugiano in Rifondazione o dai Comunisti Italiani. Vi sono due fatti che mi inducono a confermare la bontà di questi dati. Uno è puramente numerico.

 I valori degli altri partiti si comportano in maniera attesa: il Pd, che non è certo influenzato da quello che avviene a destra, resta  sul valore che tutti gli stanno attribuendo in questo periodo, così come la stessa Scelta Civica o Casini. Grillo invece arretra di almeno 5 punti rispetto agli ultimi sondaggi. Gli indecisi tornano ad una quota fisiologica (in questo caso al 28%) dopo essere stati mesi almeno al 40%. Si è già detto come molti delusi del centrodestra si siano rifugiati nei 5 Stelle o siano andati nel non-voto. Eccoli che tornano. Il secondo fatto è che quando si pensa ai tentativi dei socialisti o dei democristiani di ricompattarsi sotto il vecchio simbolo si pensa al fallimento. E allora perché in questo caso le cose sembrano andare così bene? È già stato detto per An, ma neanche Forza Italia o il Pci sono stati sconfitti alle elezioni o sono stati travolti dalla giustizia. Non è quindi illogico quello che sta succedendo.

di Arnaldo Ferrari Nasi

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • colombinitullo

    19 Novembre 2013 - 16:04

    Caro primate le ricordo che in questo sito la prima persona(scusi, scimmia)che dovrebbe avere l'intelligenza(non è il suo caso e il suo post lo dimostra)di non parlare e scrivere di "menti deboli" dovrebbe essere proprio lei e il perchè è facilmente comprensibile.Dire che lei non capisce un "cazzo"è chiaramente un complimento perchè quello che lei riscrive nel post 82 è una banale verità alla portata di molti ma,e lei ne è il portatore sano(così,tanto per dire)ne è la dimostrazione,non per tutti.Caro quadrumane continui ad arrampicarsi sugli alberi ma non sugli specchi(non imiti il più ben famoso ma non meno imbecille Bruno Osti) perchè lei è e rimane uno scherzo della natura gentilmente offertaci da quest'ultima per il nostro godimento.Nell'attesa che si spezzi la liana e che lei,al contrario di tutti,battendo la testa rinsavisca(spes ultima dea),la saluto.

    Report

    Rispondi

  • colombinitullo

    19 Novembre 2013 - 09:09

    E ci sarebbe anche lei.Non hanno pubblicato il mio post ieri ora vedrò di sintetizzarlo.Lei,caro Phobos,è un diversamente pirla,più pirla del dovuto perchè ha sostituito una religione con una religiosità,senza un Dio,solo una chimera,il comunismo che,ahimè,ha creato solo rovine,lutti, fame e stragi ma quel che più fà pensare è che li ha creati in buona parte tra i suoi seguaci e tra gli abitanti delle nazioni nelle quali imperversava;le guerre,di solito,si fanno fuori casa.In definitiva quando si sveglia alle 6 per andare a lavorare(come fanno in molti),davanti allo specchio,si dia del pirla per aver vanificato una vita a credere in qualcosa che,se tutto andasse bene,sarebbe per gli angeli.Questa breve riflessione serve per ricordarle che non tutti i pirla sono comunisti ma che tutti i comunisti sono dei pirla.

    Report

    Rispondi

  • GMTubini

    19 Novembre 2013 - 07:07

    Una volta un medicamento purgativo era legato ad un popolarissimo slogan "basta la parola". Gli effetti della riesumazione di "Forza Italia" sull'elettorato io temo che saranno i medesimi di quelli promessi dal suddetto medicamento, sondaggi o non sondaggi. L'unica cosa che dovrebbe fare il Cavaliere sarebbe quella di porre le basi per un centrodestra credibile, e per questo basta semplicemente che si levi dai quattro passi.

    Report

    Rispondi

  • KING KONG

    18 Novembre 2013 - 12:12

    altri direbbero che la forza di berlusconi è quella di attrarre le menti deboli...e il suo post ne è la conferma

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog