Cerca

Flop clamoroso

Governo, Letta su 429 provvedimenti ne ha attuati solo 45: i numeri del disastro

Le leggi stanno a zero (attuati solo 45 provvedimenti su 429). Dati imbarazzanti per i ministeri, Kyenge su tutti. E poi sul lavoro...

Governo, Letta su 429 provvedimenti ne ha attuati solo 45: i numeri del disastro

Tante parole e pochi fatti. Il governo Letta ormai è su un binario morto. Da quel 28 aprile 2013 il Paese è rimasto impantanato nella nullità dell'azione di governo e ora è appeso ad un balletto estenunate tra l'ipotesi di un Letta-bis, di un Renzi a palazzo Chigi o di un voto anticipato. La capacità decisionale non è certo il punto forte di questo governo che dopo circa 10 mesi di vita su 429 provvedimenti approvati ha dato attuazione solo a 45 norme.

Numeri imbarazzanti -
Uno score impressionante che segna di fatto il fallimento del governino di Letta-Alfano. I flop clamorosi arrivano dal ministero degli affari esteri, dai beni culturali e dalla giustizia: non hanno licenziato nessun decreto attuativo. Ma le responsabilità maggiori il governo ce le ha sul fronte economico. Quante volte con conferenze stampa in pompa magna è stata proclamata l'emergenza per le piccole e medie imprese? Ma dallo Sviluppo Economico e dal Tesoro non sono riusciti nemmeno a trovare il fondo di garanzia.

Disastro Saccomanni - Su 76 provvedimenti che portano l'etichetta di via XX settembre solo 16 sono stati adottati mentre ben 60 sono rimasti nel cassetto. L'unica cosa che importava a Letta e ai suoi ministri era la press room con i flash dei giornalisti. Imbarazzanti anche i risultati di Cecile Kyenge.

Flop Kyenge e Giovannini - Il ministero dell'Integrazione ha proposto zero provvedimenti in dieci mesi di governo. La Bonino invece ha dalla sua 7 provvedimenti che sono rimasti nel cassetto senza vedere la luce dell'attuazione. Sul fronte lavoro è un bagno di sangue. I provvedimenti che riguardano il ministero di Enrico Giovannini sono 28. Adottati:1. Nel cassetto gli altri 27. Queste sono solo alcune cifre della lavoro "duro" del governo, impegnato più con le parole che con i fatti. Ora le chiacchere stanno a zero come si dice dalle parti di palazzo Chigi, e il momento dell'addio per Enrico è sempre più vicino. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • sparviero

    09 Febbraio 2014 - 13:01

    Chi ha qualche anno sulle spalle si ricorderà sicuramente di questo splendido umorista, le sue strisce sono state pubblicate sui giornali di tutto il mondo. Una di queste in particolare, animata dal bracchetto Snoopy, calza perfettamente al nostro presidente del consiglio Letta. Snoopy con espressione sconcertata dice:" Oggi ho preso 120 decisioni...tutte sbagliate"

    Report

    Rispondi

  • rocambole

    09 Febbraio 2014 - 11:11

    Non è strano come Letta, che parla Inglese, male questo si, ma almeno si sforza, venga considerato dagli Americani (Herald Tribune, New York Times, ABC Washington Post), ma anche dagli Inglesi (Financial Times, The Guardian, The Daily Telegraph), come il peggior Premier che l'Italia abbia mai avuto?

    Report

    Rispondi

  • sparviero

    08 Febbraio 2014 - 21:09

    ecco a voi Letta il procrastinatore, in parole povere un perdi tempo inconcludente.

    Report

    Rispondi

  • giacomolovecch1

    08 Febbraio 2014 - 19:07

    prima la destra poi il centro ed ora la sinistra dimostrano che sono solo capaci a conservare i privilegi ed a vessare il popolo, altro che sovrano!

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog