Cerca

l'editoriale

L'Ilva è stata assassinata dalla scempiaggine del M5s

5 Novembre 2019

0
L'Ilva è stata assassinata dalla scempiaggine del M5s

Gli indiani che avevano rilevato l' Ilva di Taranto, davanti alle condizioni capestro poste dall' ex ministro del Lavoro (che non ha mai sgobbato) Di Maio, hanno disdetto il contratto e salutano l' Italia, Paese inospitale per qualsiasi azienda intenzionata a impegnarsi con profitto. La ragione è dalla loro parte benché la decisione assunta dalla dirigenza danneggi la città pugliese e l' economia nazionale.

Clicca qui, acquista una copia digitale di Libero e leggi l'editoriale di Vittorio Feltri

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Venezia, ecco come sarà il Mose una volta completato: immagini sorprendenti

Salvini ironizza su Zingaretti: "Dopo la riproposta dello Ius soli si è preso i 'vaffa' pure dagli alleati"
Che tempo che fa, David Grossmann con Liliana Segre: "So cosa ha passato"
Maltempo, Alto Adige in ginocchio sotto la neve: valanghe come colate di lava, interi villaggi devastati

media