Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Mark Rutte: "Per gli aiuti del Recovery Fund condizioni molto rigide. Trattativa, accordo quasi impossibile"

  • a
  • a
  • a

"I sussidi" a fondo perduto del Recovery Fund "dovrebbero comportare condizioni molto rigide". La richiesta è di Mark Rutte, premier dell'Olanda capofila dei cosiddetti "paesi frugali" che nell'Unione europea si oppongono a concessioni "facili" per i Paesi maggiormente colpiti economicamente dall'epidemia di coronavirus, come l'Italia. "Questo - ha chiarito Rutte in un'audizione al Parlamento nazionale - è l'unico modo" per accettarli. I sussidi potrebbero arrivare solo se "saranno effettivamente fatte riforme serie. Ma non credo che questa idea sarà accettata. Le risposte (ottenute finora dagli altri leader Ue, ndr) non mi fanno sperare sulle possibilità di raggiungere un accordo" al vertice di venerdì e sabato.

Anche alla riunione dei 27 ambasciatori di oggi, l'Olanda ha insistito sulla necessità di un voto all'unanimità del Consiglio (e quindi degli Stati) sui piani nazionali di riforma, per beneficiare degli aiuti del Recovery Fund. Nei giorni scorsi i premier Giuseppe Conte, lo spagnolo Pedro Sanchez e il portoghese Antonio Costa, leader dei Paesi più fragili ed esposti, avevano cercato di ammorbidire il fronte dei frugali andando anche in visita da Rutte, all'Aja.

Dai blog