Cerca

Il Pd e la questione morale:

circolo tedesco contro i vertici

14 Luglio 2009

8
Il Pd e la questione morale:
La questione morale nel centrosinistra c’è, eccome. È talmente grande che arriva anche in Germania, a Stoccarda, dove un circolo del Partito democratico si è rivolto direttamente al segretario Dario Franceschini. Una lettera firmata da 18 iscritti che inizialmente esprime solidarietà “per la triste vicenda che vede un esponente del Pd romano accusato del reato di stupro”, riferendosi alla vicenda di Luca Bianchini, “per la quale nessun dirigente del Partito democratico può portare responsabilità alcuna”. Ma a seguire il tono è meno amichevole.
L'affare tedesco - A Stoccarda, tra gli iscritti al circolo, compare infatti il nome di un medico condannato da un tribunale tedesco per un reato a sfondo sessuale nei confronti di una sua paziente, che dopo qualche tempo si è suicidata. “La vicenda è stata ampiamente riportata dalla stampa tedesca, dai giornali dell’emigrazione italiane a da diverse agenzie di stampa in Italia”, fanno presente da Stoccarda.
“Di ciò – continua la lettera – avevamo informato Te (Dario Franceschini, ndr), Piero Fassino e il responsabile del Pd-mondo Maurizio Chiocchetti, esigendo un doveroso intervento”. Che non è mai arrivato, né da parte di Franceschini né di Fassino. E tantomeno da Chiocchetti, “un dirigente che non è stato eletto dalla Circoscrizione estero né dagli italiani all’estero del Pd, ma direttamente nominato dall’alto”, pur non avendo “le competenze e le qualità per dirigere un settore così importante e delicato”.
La sentenza mai ascoltata - Lo scorso 14 aprile, grazie alla richiesta avanzata da esponenti del circolo Pd della Germania, c’è stato il pronunciamento della Commissione nazionale di garanzia, l’organo che “a norma dell'art.40, comma 1, dello statuto nazionale”, ha le funzioni di garanzia “relative alla corretta applicazione dello statuto e del codice etico nonché ai rapporti interni al Partito democratico e al sistema informativo”. La Commissione “ha stabilito che per la gravità del reato la persona in questione non possa ricoprire incarichi interni” ed “essere candidato nelle sue liste”.
Il fallimento del partito - A quel punto la vicenda sembrava conclusa, ma così non è stato, perché dopo la sentenza “è cominciata la riabilitazione di questa persona”. Quelli di Stoccarda non ci stanno: non solo il Pd ha perso “clamorosamente” le elezioni in Europa e in Germania, non solo la triste storia ha provocato “amarezza e sconcerto” tra i tanti che si sono impegnati per il partito, ma addirittura chi di dovere non ha risolto alcun problema.
“Abbiamo urgente necessità di eleggere un dirigente che rilanci l’immagine del Pd-mondo”, è la richiesta avanzata dai firmatari dell’appello, “e garantisca con spirito unitario la correttezza del processo congressuale”. La questione morale, tra i democratici, diventa ogni giorno sempre più ingombrante.

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Indietrotutta

    16 Luglio 2009 - 15:03

    nel PD, bene o male, della questione morale se ne discute. Avete mai sentito parlare di tale problema all'interno del PDL? Ve la immaginate voi una riunione o un congresso del PDL dove si discute di morale o, più semplicemente di candidature, di linea politica, di leadershp cioè di DEMOCRAZIA? Non sono un militante del PD, ma prima di lanciare accuse a quel partito guarderei prima in casa mia.

    Report

    Rispondi

  • pietrop

    16 Luglio 2009 - 09:09

    Sollevando la questione morale hanno voluto dare l'impressione di essere migliori degli altri,in teoria.Questo e il classico escamotage per fare il porco comodo e giudicare gli altri in pratica.Certo ci vuole una dose fortissima di cinismo morale e politico ma questo nella sinistra esiste in quantita industriale,parlo per conoscenza di questi farisei.

    Report

    Rispondi

  • coccodrillo

    15 Luglio 2009 - 16:04

    ma la libera stampa (republica) come la definita francischiello da ferrara come mai non parlano delle questione morale che attanaglia il pd (persi democratici) forse non sono così liberi? il signor scalfari ed il signor de benedetti non lo permette? vi prego datemi una risposta

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

media