Cerca

La Latella: Veronica pronta a tornare

se Silvio si disintossica dal sesso

22 Agosto 2009

29
La Latella: Veronica pronta a tornare
La separazione è inevitabile, ma non chiude le porte ad un ritorno in famiglia, purché il Cavaliere si faccia curare. È uno degli scenari che Maria Latella ha ritratto nel capitolo che accompagna la quinta edizione del libro “Tendenza Veronica”, dove Veronica Lario si racconta alla giornalista nel corso di lunghe conversazioni. A queste se n’è aggiunta una nuova, all’indomani delle parole di Noemi Letizia, la diciottenne che chiama Silvio Berlusconi “papi” e che hanno sancito la rottura definitiva della coppia di Arcore.
“Il primo (scenario, ndr), considerato al momento quello più realistico”, scrive la Latella, “vede le due parti accordarsi su una separazione consensuale”, con strade diverse da percorrere, forse addirittura in Paesi diversi. Il secondo “è quello che nell’entourage del premier qualcuno (non molti, a dire la verità) caldeggiano”: separazione e successivo ritorno di Veronica per aiutare il marito a ritrovare se stesso, “magari passando per un soggiorno in una di quelle cliniche specializzate nella cura della dipendenza dal sesso”.
Già a luglio si era sparsa una voce simile tra i più ristretti collaboratori del premier: una parte delle vacanze di Silvio Berlusconi potrebbero essere presso una struttura del tipo di quella utilizzata da Michael Douglas a Tucson per disintossicarsi dalla dipendenza da sesso. Negli Stati Uniti è una cosa normale, in Italia la prima clinica del sesso è nata solo lo scorso anno a Bolzano, proprio nei pressi del municipio. Ma ce ne sono un paio molto quotate in Svizzera.

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Indietrotutta

    01 Settembre 2009 - 16:04

    la sig.ra Lario non si è limitata a segnalare le infedeltà dl marito, ma a denunciare il malcostume della candidature scelte sulla base di favori sessuali resi al marito. Se non l'ha fatto vada a leggersi la lettera della Lario e vedrà che in quelle parole non c'è solo il dolore di una moglie tradita (nella missiva si parla solo di frequentazioni di minorenni) ma soprattutto della preoccupazione di una first lady su come viene scelta la classe dirigente del Peìaese. Se Lei per un attimo dismettesse il legittimo furore ideologico, dovrebbe essere grato alla sig. Lario che con la sua denuncia ha impedito che la sig.ra Daddario, e qualche altra collega della stessa, venisse eletta al Parlamento Europeo. Non mi appassionano nè mi interessano le vicende sessuali del premier. Lei ha il diritto di pensare che il Cavaliere non ha tradito la moglie, io mi attengo alle dichiarazioni dell'avvocato Ghedini che ha definito il suo cliente come mero "utilizzatore finale" di escort.

    Report

    Rispondi

  • SimonettaDeLeonardis

    31 Agosto 2009 - 08:08

    L'interpretazione politica non è alla reazione ad un tradimento (che fin qui è solo ipotetico ed ha la configurazione di chiacchiericcio da bar) è invece del metodo; è la strumentalizzazione di un qualcosa che non ha trovato nessuna prova né di letto né di sentimento. E' bastato che un giornale, dichiaratamente e tenacemente ostile all'Uomo, facesse una illazione che, guarda un po', la mogliettina fedele tutta casa e chiesa, mette in piazza (rossa s'intende), tutto il suo dolore. Forse prima era distratta dalle faccende da imprenditrice, forse impegnata a gestire il suo patrimonio immobiliare,forse disattenta per la scelta dell'abito, probabilmente un castigato burka per il prossimo gala, che la Casta Diva Miriam indosserà per dimostrare la sua integrità morale: fatto è che il suo sfogo segue sempre un articolo mirato ad affondare il Politico. Quando si dice il caso! Mai un solo accenno al dubbio, una domanda che ogni Persona si pone in caso di disaccordo con il compagno di una vita. Lei no. Lei perfetta. Non un benché minimo neo sulla coscienza. A siffatta celestiale Creatura faccio i miei complimenti, e le auguro un "Santa Subito". La Pietra

    Report

    Rispondi

  • allengiuliano

    26 Agosto 2009 - 09:09

    Non ditemi che è stata inventata una nuova pillola. Se così vorrei sapere il nome. Il Cav. è intossicato e se non "trapana" stà male! Ma fatemi ridere. Gentilissima Signora Latella, non è che anche Lei vorrebbe un intossicato come il Cav.? Credo che la sarebbe felice! Forse farebbe dispiacere alla Signora Veronica!

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

media