Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Imu, l'Europa dà l'esenzione alla ChiesaE sull'Ici "grazia" il Vaticano

Ignazio Stagno
  • a
  • a
  • a

Alla fine il Vaticano ce l'ha fatta. La mano tesa arriva direttamente dall'Europa. I soldi per l'Imu resteranno dentro il colonnato del Bernini. E' di oggi infatti il via libera dall'Ue alle esenzioni Imu per i beni non commerciali della Chiesa. La decisione arriva dopo un lungo braccio di ferro. La Chiesa potrà godere dell'esenzione perchè molte delle attività del Vaticano sono esercitate da entità non commerciali. Di queste norme anti-Imu godono la Chiesa e gli enti non profit. Regalo di Natale - Ma c'è un altro regalo sotto l'albero di piazza San pietro. Anche questo ha il sigillo dell'Ue. Le precedenti esenzioni, quelle previste per l'Ici tra il 2006 e il 2011, non erano compatibili con le regole europee sugli aiuti di Stato. Quindi logica vorrebbe che la Chiesa pagasse il conto allo stato italiano. E invece Bruxelles non ordina all'Italia di recuperare gli aiuti di cui hanno goduto i beneficiari "perché le autorità italiane hanno dimostrato che in alcuni casi il recupero sarebbe assolutamente impossibile". Sul caso è intervenuto anche il commissario Ue alla concorrenza Joaquin Almunia: "La nuova tassa non implica aiuti di Stato dal momento che le esenzioni si applicheranno solo agli immobili dove sono condotte attività non economiche. Le entità no profit rivestono un importante ruolo sociale, che è riflesso dal regime italiano di imposizione fiscale sugli immobili. Quando queste operano sullo stesso mercato degli attori commerciali dobbiamo essere sicuri che non beneficino di vantaggi non dovuti. E le nuove norme assicurano che non è questo il caso".

Dai blog