Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Studentessa fuma in cortileSi becca una multa da 55 euro

La sanzione prevista dal decreto scuola della Carrozza. E alcuni istituti pensano a uno spazio fumatori come all'aeroporto

Nicoletta Orlandi Posti
  • a
  • a
  • a

La prima vittima del divieto Carrozza è una studentessa del liceo Michelangiolo di Firenze. Ieri, come era solita fare prima della legge, è uscita nel cortile dell'istituo e si è accesa una sigaretta facendo scattare la sanzione. Dovrà pagare 55 euro di multa perchè così prevede il decreto scuola varato una decina di giorni fa dal ministro Maria Chiara Carrozza. Non solo non si può fumare nelle aule, ma è fatto assoluto divieto anche di accendere una bionda o una sigaretta elettronica in tutti i locali dei plessi scolastici compresi cortili, giardini e balconi.  E così, dopo che nella scuola è stata fatta girare una circolare che annunciava il pugno di ferro, la prima multa è arrivata. Al liceo Michelangiolo, spiega il Corriere Fiorentino, il giro di vite è partito, ma nella maggior parte delle altre scuole fiorentine deve ancora scattare. E ci sono anche alcune scuole che stanno pensando di riservare uno spazio fumatori, come negli aeroporti.

Dai blog