Cerca

Il sacerdote alla riscossa

Don Massimo Biancalani, il prete denuncia Matteo Salvini: l'ultima vergogna del prete pro-immigrati

6 Novembre 2018

6
Don Massimo Biancalani, il prete querela Matteo Salvini: la vendetta dopo la chiusura del centro immigrati

Parte la riscossa di don Massimo Biancalani, il prete di Vicofaro che ha giurato vendetta al ministro dell'Interno Matteo Salvini dopo la chiusura del suo centro di accoglienza nella parrocchia in provincia di Pistoia. Il sacerdote ha deciso di querelare il leghista per diffamazione aggravata a mezzo stampa, calunnia e omissione in atti d'ufficio.

Tutta colpa di alcuni commenti scritti dal vicepremier lo scorso 28 agosto, proprio quando la prefettura ha avvertito don Biancalani che non poteva più ospitare gli immigrati nei locali della parrocchia per diverse inadempienze strutturali. Saputa la notizia, Salvini aveva scritto: "Tempi duri per il prete che ama attaccare me e circondarsi di presunti profughi africani, ancora un po' e la canonica scoppiava... chiuso".

Secondo quanto riporta il Tirreno, nella sua querela don Biancalani ha voluto sottolineare che nella sua parrocchia, gli ospiti non sono "né presunti profughi né clandestini". E mentre la Regione Toscana ha messo a disposizione nuovi locali di proprietà della Asl per un nuovo centro di accoglienza, don Biancalani ha trovato il tempo di querelare anche 22 persone che sotto il post di Salvini hanno commentato con insulti la chiusura del centro parrocchiale.

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • ernesto1943

    07 Novembre 2018 - 11:11

    ho sempre pensato e nessuno me lo leva dalla mente che i preti sono i più disonesti.

    Report

    Rispondi

  • Massimo Simon

    07 Novembre 2018 - 10:10

    Questo è un prete? Il Vaticano dovrebbe intervenire.

    Report

    Rispondi

  • Aldodueinvolo

    07 Novembre 2018 - 09:09

    Perchè non lasciarlo tranquillo questo prete, Se ha il suo tornaconto indiscusso. Le opere di carità sono leggende, E il suddetto non rompe le scatole chiedendo denaro, Faccia quello che gli pare.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

media