Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Morte Imane Fadil, Souad Sbai: "Il ruolo delle alte diplomazie"

Davide Locano
  • a
  • a
  • a

Sulla misteriosa morte di Imane Fadil, il cui avvelenamento ora è stato messo in dubbio, ha una peculiare teoria Souad Sbai, saggista italiana originaria del Marocco e in passato deputata per il Popolo delle Libertà. La Sbai, in primis, esclude che tra Silvio Berlusconi e la morte Fadil possa esserci alcun legame. Dunque, aggiunge: "Le responsabilità vanno ricercate altrove, in una certa alta diplomazia con cui la ragazza uccisa aveva lavorato e che gli ha chiuso la bocca per paura che denunciasse la verità". Così, la Sbai, su Twitter: indica una pista nuova, radicalmente differente, inquietante, anche se non è dato sapere a cosa si riferisca l'ex deputata quando parla di "alta diplomazia". E il mistero, di ora in ora, si infittisce. Leggi anche: Morte Imane Fadil, Berlusconi rompe il silenzio

Dai blog