Cerca

allarme

Sigaretta elettronica, scoperta la sostanza pericolosa: è un olio

7 Settembre 2019

0
Sigaretta elettronica, scoperta la sostanza pericolosa: è un olio

L'indagine per chiarire le cause che hanno portato alle prime morti riconducibili all'uso della sigaretta elettronica, è già partita. Dal Washington Post si apprende che le autorità statali e federali americane, impegnate nelle indagini sulle misteriose malattie polmonari legate all'e-cigarette, hanno scoperto che nei prodotti usati dalle vittime, di differenti marchi, era presente uno stesso olio, derivato dalla vitamina E

La vitamina E si trova in numerosi alimenti, come l'olio di colza, l'olio d'oliva e quello di mandorle. Non è una sostanza dannosa se ingerita come integratore o applicata sulla pelle, ma la sua struttura molecolare, secondo gli esperti, potrebbe invece risultare pericolosa se inalata. I primi due decessi imputabili all'uso di tale sigaretta, sono stati registrati in Illinois e in Oregon quest'estate. L'ultimo caso è quello di una ragazza di appena 18 anni, Maddie Nelson, finita in coma a causa di un grave danno polmonare causato da una polmonite eosinofila acuta. La giovane utilizzava la sigaretta elettronica da tre anni, e secondo il medico che l'ha in cura, la causa della patologia potrebbe essere imputabile proprio a questa.

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Giorgia Meloni ad Atreju: "Matteo Renzi è campione mondiale di faccia di bronzo"

Scontri tra black bloc, gilet gialli e polizia alla marcia per il clima a Parigi, fiamme sugli Champs-Elysées
Matteo Salvini, chiesta archiviazione per la Gregoretti: "Vediamo se il tribunale dei ministri ribalta tutto"
Clima, Greta Thunberg all'Onu: "Noi giovani uniti e inarrestabili" 

media