Cerca

Amen

Papa Francesco, Salvini e il rosario: "Insultano i politici? Qualcuno se lo merita". Legittimo sospetto

16 Settembre 2019

2
Papa Francesco, Salvini e il rosario: "Insultano i politici?  Qualcuno se lo merita". Legittimo sospetto

"Qualcuno se lo merita". Papa Francesco, nella messa mattutina a Casa Santa Marta, lascia tutti a bocca aperta. Come riportato da Vatican News, il Pontefice ha commentato così, con maliziosa ironia, le critiche e gli insulti "a politici, ma anche preti e vescovi". Un "rosario di insulti e di parolacce, di squalificazioni", sottolinea Bergoglio che non fa nomi, anche se il riferimento a Matteo Salvini e al suo rosario appare quasi immediato. 

Eppure, aggiunge il Santo Padre, chi è al governo "ha la responsabilità di condurre il Paese: e noi - si chiede - lo lasciamo solo, senza chiedere che Dio lo benedica"? "Sono sicuro - prosegue - che non si preghi per i governanti, anzi: sembrerebbe che la preghiera ai governanti sia insultarli". E così, constata, "va la nostra vita nei rapporti" con chi è al potere. Ma San Paolo, spiega, è "chiaro" nel chiedere di "pregare per ognuno di loro perché possano portare avanti una vita calma, tranquilla, dignitosa nel loro popolo". 

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • gatta394412

    16 Settembre 2019 - 17:33

    Quente anime non si sono salvate o redente SOLO per perdere tempo a criticare Salvini ! Chiese sempre meno frequentate, seminari praticamente deserti, ma .... SALVINI !! Santità, ma anche basta !

    Report

    Rispondi

  • ernesto1943

    16 Settembre 2019 - 13:23

    la fissa di bergoglio è ficcare il naso nella politica Italiana pensasse alla chiesa che ne ha davvero bisogno.

    Report

    Rispondi

Alfonso Bonafede, goffo tentativo di depistaggio: "Una gara tra me e Matteo Renzi?"

Grande Fratello Vip, Elisa De Panicis e "la scossa". Confessione per Libero: "Ho voglia di innamorarmi"
Morgan, l'imitazione di Luciana Littizzetto a Che Tempo Che Fa: "Tu sei un mezzo pirla, senza chiappe e panza"
Open Arms, Matteo Salvini deposita la memoria difensiva in Senato: "Un attacco preventivo all'Italia"

media