Cerca

La confessione

Vaticano, risolto il mistero delle statue nel Tevere: chi è il ragazzo che ha provocato il Papa

4 Novembre 2019

0
Ragazzo austriaco, "Sono stato io a distruggere le statue indios per il Papa. Le ho gettate nel Tevere"

Papa Francesco

"Quelle statue vanno contro il primo comandamento: non avrai altro Dio all'infuori di me". Alexander Tschugguel è il giovane austriaco che ha gettato nel Tevere insieme ad altre persone i manufatti della cultura indigena conservati a Roma per una mostra a Santa Maria in Traspontina nell'ambito del Sinodo sull'Amazzonia. E racconta così le ragioni alla base del suo gesto. Chiedendo poi scusa a Papa Francesco.

Per approfondire leggi anche: Giuseppe Conte, spifferata dal Vaticano

Il giovane racconta, come scrive Il Tempo, le motivazioni che lo hanno portato ad accanirsi contro "gli idoli Pachamama" e spiega di essere tornato a Roma, dopo un primo viaggio, appositamente per distruggere quelle statue che nella cultura indigena rappresentano la madre Terra e che lui considera degli idoli pagani.  

 
 

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Odio contro Israele, la sinistra ammette le sue colpe: vittoria di Fratelli d'Italia

Venezia, Giuseppe Conte in Piazza San Marco per il sopralluogo alla Basilica
Maltempo a Venezia, Giorgio Mulé (FI): "Se si fosse portato al termine il Mose non sarebbe successo"
Arresto Lara Comi, le immagini dell'operazione "Mensa dei poveri" della Guardia di Finanza

media