Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Sea Watch, la nave di Carola Rackete torna in mare: altro affronto a Salvini

Caterina Spinelli
  • a
  • a
  • a

La nave di Carola Rackete pronta a tornare in mare. Nel giorno in cui la ong tedesca ha lanciato la sua campagna per la liberazione delle navi umanitarie, arriva anche il benestare della sezione civile del tribunale di Palermo. La Sea Watch è stata così dissequestrata dopo la decisione del governo giallo-verde dello scorso luglio. Mese nel quale la ben nota capitana ha violato le leggi italiane e speronato la motovedetta della nostra Guardia di Finanza per sbarcare a Lampedusa.  Leggi anche: Carola Rackete denuncia Matteo Salvini: la beffa dopo la Sea Watch Azioni che hanno causato l'arresto della comandante (poi immediatamente liberata dal Gip di Agrigento, Alessandra Vella) e il sequestro dell'imbarcazione per mano della procura. La nave era rimasta ferma nel porto di Licata fino ad oggi quando è giunto il provvedimento che potrebbe rimetterla in mare. Una notizia giunta a ridosso dell'inchiesta sull'analogo caso Gregoretti nei confronti di Matteo Salvini.

Dai blog