Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Coronavirus, primo italiano contagiato: quel problema agli occhi. Rischio quarantena prolungata per tutti

Cristina Agostini
  • a
  • a
  • a

Il primo contagiato italiano da coronavirus è un ricercatore emiliano di 29 anni che era stato un giorno solo a Wuhan. Il giovane era stato rimpatriato dall'Esercito insieme ad altri connazionali che si trovavano in Cina ed era stato messo come tutti in isolamento nella città militare della Cecchignola. Ora si trova all'ospedale Spallanzani: il test è positivo. Ha la febbre, non alta, e un problema agli occhi, l'"iperemia congiuntivale" proprio come la donna cinese ricoverata insieme al marito sempre allo Spallanzani. Leggi anche: "Sintomi da Coronavirus", portato allo Spallanzani. Paura per uno degli italiani rimpatriati da Wuhan Il ricercatore nella mattinata di ieri 6 febbraio non mostrava particolari sintomi del contagio. Ma a pranzo, rivela il Corriere della Sera, non ha ritirato il pasto. Per gli altri italiani in quarantena è stato uno choc e ora non si escludono ultieriori controlli e isolamento per tutti quelli che hanno partecipato all'operazione di rimpatrio dalla Cina.

Dai blog