Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Coronavirus, Adriano Trevisan prima vittima italiana a Padova: il mistero sul 77enne, il focolaio nel bar?

Giulio Bucchi
  • a
  • a
  • a

Si chiama Adriano Trevisan la prima vittima italiana del coronavirus. Ed è mistero sul 77enne di Vo' Euganeo (Padova), padre della ex sindaca, perché non risultano contatti diretti con la Cina o persone di ritorno dal paese-focolaio del Covid-19. L'anziano, spiega Repubblica, era ricoverato all'ospedale di Schiavonia da dieci giorni, insieme all'altro contagiato, un amico 67 anche lui pensionato. Leggi anche: "Come la Cina nello scenario peggiore". Pregliasco, l'effetto distruttivo del virus sull'Italia La prima pista d'obbligo è che l'ambiente in cui si sia diffuso il virus siano due bar del paese (3.300 anime) dove i due erano soliti giocare a carte. "Trascorrevano pomeriggi e serate a 'battere il fante' al Mio Bar e alla Locanda al Sole, duecento metri di distanza l'uno dall'altro", spiega il quotidiano riferendo come la malattia si iniziata 15 giorni fa ma come il risultato del test di laboratorio per chiarire se si trattasse del virus sia arrivato solo ieri. "Pensiamo che il contagio si possa estendere", è l'allarme del sindaco Giuliano Martini, farmacista. 

Dai blog