Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Coronavirus, due casi a Milano: al San Raffaele un uomo di Sesto San Giovanni, al Sacco uno di Mediglia

Cristina Agostini
  • a
  • a
  • a

C'è il primo caso di Coronavirus a Milano, si tratta di un uomo di 78 anni. Lo fa sapere il presidente della Regione Lombardia, Attilio Fontana, che sta presiedendo, insieme all'assessore al Welfare, Giulio Gallera, l'Unità di crisi. In generale sono salite a 46 le persone risultate positive al virus in Lombardia.  Leggi anche: Coronavirus in Veneto, il sospetto sulla comunità cinese. Contagi al bar del paese: la decisione estrema di Zaia Nel computo rientra anche la donna di 76 anni deceduta al proprio domicilio a Casalpusterlengo e che è stata sottoposta a tampone post mortem. In particolare, dei 7 nuovi casi appena confermati rispetto ai 39 già comunicati questa mattina (due dei quali in provincia di Pavia e altrettanti in provincia di Cremona), uno è residente a Sesto San Giovanni, Milano, ed è ricoverato all'Ospedale San Raffaele da una settimana, secondo le prime indiscrezioni. Gli altri 6 provengono dalle zone già interessate dall'infezione.  Anche la moglie dell'anziano è stata sottoposta a un tampone per verificare le sue condizioni. L'Ats si è attivata anche su Lissone (Monza-Brianza), dove vivono i nipotini del pensionato: tutti i familiari sono sottoposti alla procedure. Si stanno tentando di ricostruire tutti i rapporti che ha avuto l'anziano contagiato nelle ultime due o tre settimane. In serata è stato annunciato da Gallera il secondo caso di contagio a Milano: si tratta di un uomo di Mediglia (nella cintura di Milano, appunto), di 70 anni, ricoverato attualmente all'ospedale Sacco che sarà trasferito al San Matteo di Pavia. 

Dai blog