Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Matteo Salvini e il carabiniere che ha ucciso il 15enne a Napoli: "Perché non può passare per criminale"

  • a
  • a
  • a

Matteo Salvini commenta la rapina finita in tragedia in quel di Napoli, dove un carabiniere in borghese si è difeso da un tentativo di rapina nel quartiere Santa Lucia sparando e uccidendo un 15enne. "Quando muore un ragazzo così giovane è sempre una tragedia", esordisce il leader della Lega che poi continua: "È chiaro che quando prendi una pistola in mano fai una scelta, come è chiaro che quando un carabiniere vede a rischio la vita sua e della fidanzata fa l'unica cosa che può fare, difendere se stesso". Per questo motivo per Salvini "non può essere aggredito e passare per criminale", anche se la procura ha aperto l'indagine per eccesso colposo di legittima difesa. "I parenti e gli amici hanno sfasciato il pronto soccorso e altri hanno sparato in motorino fuori al comando dei carabinieri. C'è un problema - chiosa Salvini - dobbiamo riprendere in mano questo Paese, farlo bene e in fretta perché non c'è solo il coronavirus, ma anche altri virus che rischiano di infettare le nuove generazioni".

Dai blog