Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Coronavirus, Luca Zaia richiama Conte e Speranza: "Se i medici isolati non lavorano, svuotiamo la sanità"

  • a
  • a
  • a

Archiviata la polemica sulla Cina e sui topi vivi, Luca Zaia dall'alto del suo ruolo istituzionale affronta in maniera serissima l'emergenza coronavirus che sta interessando il Veneto. In particolare richiama il governo Conte alle proprie responsabilità per fronteggiare al meglio le difficoltà sul versante sanitario: "I medici che stanno lavorando nelle nostre strutture sono i nostri angeli. Abbiamo 450 persone in questo momento in isolamento fiduciario che non possono lavorare pur non essendo positivi. Per questo ho chiesto più volte al ministro Speranza, al governo e al presidente del Consiglio di dare loro la possibilità di lavorare. Spero che questo problema si risolva altrimenti svuotiamo il mondo della sanità dei loro operatori". Poi Zaia sottolinea una buona notizia sul contagio: "La crescita non è esponenziale come previsto degli algoritmi e probabilmente in questa fase la tenuta sul contagio è positiva. Se continua così abbiamo anche la speranza di chiudere velocemente questa partita, certo è che ci vorranno ancora settimane per capire quale evoluzione ci sarà". 

Dai blog