Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Vaccino anti Covid, "dosi avanzate iniettate a figli e parenti". Indagine a Modena: cosa succede a fine turno

  • a
  • a
  • a

È stata aperta un’indagine interna dall’Ausl di Modena, che ha scoperto un fatto piuttosto grave avvenuto al centro unico vaccinale di Baggiovara. Alcune dosi del siero anti-Covid erano avanzate a fine giornata e quindi gli operatori sanitari hanno pensato bene di somministrarle a figli e parenti al termine del loro turno.

 

 

 

Secondo le prime ricostruzioni dell’accaduto, le dosi avanzate sarebbero state buttate se non fossero state somministrate in giornata e per questo gli operatori avrebbero deciso di chiamare i congiunti, non riuscendo - a loro dire - a mettersi in contatto con altri professionisti che avrebbero avuto diritto di fare il vaccino subito. In particolare la Gazzetta di Modena racconta che un volontario di un’associazione di pubblica assistenza che prestava servizio al centro vaccinale ha contattato le figlie per vaccinarle con le dosi avanzate, condividendo poi la foto sui social. Di conseguenza l’Ausl di Modena ha avviato “un’istruttoria urgente al fine di individuare tutte le persone responsabili di tale condotta, operatori sanitari o altre figure impegnate nel coadiuvare i team vaccinali in qualità di volontari”. 

Dai blog