Cerca

Assalto grillino

Pensioni, la mossa sporca di Luigi Di Maio: quali assegni taglia in modo "permanente e retroattivo"

14 Ottobre 2018

0
Pensioni, la mossa sporca di Luigi Di Maio: quali assegni taglia in modo "permanente e retroattivo"

Sorpresa: le "pensioni d'oro" che il Movimento 5 Stelle vuole tagliare non saranno poi così d'oro. Lega permettendo, i grillini hanno allo studio una decurtazione per gli assegni a partire da 3.500 euro netti, e non 4.500 euro come preventivato. In questo modo, spiega Repubblica, il governo punta a risparmiare un miliardo di euro e per farlo approvare l'idea è quello di inserire il provvedimento all'interno del decreto legge fiscale che lunedì sarà sul tavolo del Consiglio dei ministri.




Sulla legge però pende la spada di Damocle del Quirinale, "che dovrà giudicarne non solo l'attinenza tematica, ma anche i requisiti di necessità e urgenza". C'è ance un dubbio di natura costituzionale, secondo il quotidiano diretto da Mario Calabresi: perché il taglio delle pensioni non è "un ricalcolo col metodo contributivo delle pensioni sopra i 90mila euro lordi annui (4.500 euro netti mensili, appunto) come recita il titolo del provvedimento, ma di un taglio secco, permanente e retroattivo".

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

media