Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Vittorio Feltri, distruzione umana di Di Battista: "Perché è meraviglioso che sia tornato", la sciagura M5s

Maria Pezzi
  • a
  • a
  • a

Il direttore di Libero Vittorio Feltri a Un Giorno da Pecora è definitivo sul grillino Alessandro Di Battista: "Il suo rientro in Italia per me è stato meraviglioso: fa più danni lui di qualsiasi calamità naturale. È una calamita, speriamo stia qui parecchio così azzererà il M5S che a me sta francamente sui cogl***”. Si riferisce ovviamente alla debacle abruzzese ma anche la piega che sta prendendo la campagna elettorale pentastellata. I conduttori della trasmissione, Geppi Cucciari e Giorgio Lauro, hanno poi toccato altri argomenti col direttore di Libero, come la proposta di inserire nel nuovo codice della strada non consentire più il fumo in auto. “Spero che non passi", dice Feltri, che fuma, "in ogni caso riguarda solo chi è al volante: io non guido, mi metterei dietro e fumerei tutto quel che posso”.  Per approfondire leggi anche: Pietro Senaldi: "Il suicidio del Pd" Lei fuma molto? “Durante il giorno non faccio che fumare, di più non potrei fare”. Restando al codice della strada, cosa ne pensa della proposta di alzare il limite di velocità a 150 km/h in autostrada? “Credo che percorrere l'autostrada sia un test per capire la stupidità degli italiani, i quali più vanno piano e più stanno sulle corsie di sorpasso. Mentre quelli che vanno veloci devono per forza di cosa andare sulle corsie di destra e fare delle gincane per poter procedere ad una velocità decente. Bisogna esser cretini proprio...”

Dai blog