Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Gli eventi vip della settimana

Davide Locano
  • a
  • a
  • a

Dall'arte al divertimento.Un momento, una foto, una frase, una serata, una performance, 11 opere, un autore:MANUEL OTERO MARTI. La serata che si é tenuta allo Stadio di Domiziano è il modo che Manuel Otero Marti ha identificato per porre delle domande e delle riflessioni alla società cercando di formularle in maniera artisticamente diversa nel tentativo di accrescere umanamente l'individuo che assiste. “Una sorta di necessità intrinseca – dice Manuel – di porre delle domande e di condividerle nel tentativo di aumentare il potenziale che ognuno possiede naturalmente dentro di sé.”Il progetto che accompagna “The Essence” consiste in una ricerca profonda dell'autore che lo porterà attraverso le performance a esporsi totalmente per ritrovare quell'essenza di sé stesso che generosamente offrirà ai presenti con l'intento di restituire alla società morale,valore,rispetto individuale che spesso sfuggono ma che sono le fondamenta della vita. Per realizzare visivamente “The Essence” Manuel è statosupportato dal fotografo Luca Artoli. Le performance catturate attraverso la fotografia ICT (International Camera Movement) sono 11 in cui Manuel interverrà direttamente dopo la esibizione. Passiamo alla movida.Ospiti direttamente da Valencia al Mejor Milano Restaurant per passare un weekend con la musica di Lorenzo Zambianchi e Paolo Manila: questo locale, grazie al patron Pasquale "Paz" Battaglia, nella foto, sta diventando uno dei punti saldi della movida milanese tanto che ci passano star come Paz Vega e Alessandra Ambrosio. Se desiderate trascorrere una serata diversa dal solito, gustando dell'ottimo cibo in compagnia di tanta buona musica, il Mejor Milano – Restaurant cafè è il ristorante con musica dal vivo che stavate cercando. Nel centro della città, a due passi da Corso Buenos Aires, il locale vi sorprenderà con le sue pietanze e l'atmosfera divertente e allegra in grado di creare serate all'insegna del buon umore e del relax. A fare da sottofondo la musica dal vivo con il nostro piano bar e gli artisti pronti ad accompagnarvi dall'aperitivo fino al dopocena. Nel  ristorante con musica dal vivo potrete gustare una deliziosa cena, stupire gli amici, grazie ai sorprendenti menù e alla partecipazione di grandi artisti e ospiti. E ancora Miss Universo, il premio a Carlo Pignatelli per Il Ballo delle debuttanti, il cuore d'oro di Simone Molinari e altro ancora.     Carlo Pignatelli riceve il Premio istituito dal Gran Ballo delle Debuttanti Carlo Pignatelli tra i protagonisti del Gran Ballo della Venaria Reale che si è tenuto Sabato 10 Novembre presso l'omonima Reggia di Torino: il Comitato Organizzatore ha infatti scelto di conferire a lui il premio “Generale Delio Costanzo”, istituto per la prima volta quest'anno e sua è la firma, per l'ottava edizione consecutiva, di tutti gli abiti indossati dalle debuttanti e dai presentatori della serata. In occasione di una serata tra il fiabesco e il solidale: tutte le ragazze hanno infatti indossato scarpette rosse per tenere vivo il messaggio del progetto “Zapatos Rojos” realizzato a Ciudad Juàrez nel 2009 contro la violenza sulle donne e il ricavato è stato devoluto in beneficenza.Il premio “Generale Delio Costanzo” - nato per omaggiare le donne, gli uomini e le istituzioni che con il loro operato professionale hanno reso un importante servizio al Paese - è stato consegnato a Carlo Pignatelli per la sua capacità di affermarsi quale interprete autentico delle migliori tradizioni imprenditoriali ed esempio della migliore eccellenza italiana, diffondendo per cinquanta anni il Made in Italy in tutto il mondo. “Questo premio corona un anno per me già molto speciale, quello che celebra i primi 50 anni della mia maison” ha commentato Carlo Pignatelli, che ha partecipato alla serata a fianco dei presentatori Natasha Stefanenko e Luca Sabbioni e Nicola Savarese. Il maestro della sartoria bridal ha creato per il Ballo dei capi principeschi bianchi in un tripudio di seta, pizzo e applicazioni luminose, capaci di ripercorrere idealmente i 50 anni di storia della maison. Abiti simili nelle linee ma differenti nel corpetto e tutti ugualmente capaci di enfatizzare l'atmosfera da sogno e la bellezza delle ragazze, accompagnate dagli allievi ufficiali dell'Accademia Navale di Livorno. MISS UNVERSE ITALY 2018 Un gran gala per celebrare la bellezza italiana nel mondo. Torna nella Capitale il più importante concorso di bellezza del pianeta, per leggere la rappresentante italiana che darà il diritto di partecipare alla Finale Mondiale di Miss Universe 2018. Dodici le finaliste - tra i diciotto e i ventotto anni, selezionate da tutte le regioni italiane - si sono sfidante Domenica  11 Novembre 2018 per ottenere il titolo di Miss Universe Italy 2018, il concorso di bellezza che quest'anno ha fatto tappa a Roma presso A.Roma LifeStyle Hotel, in Via Giorgio Zoega 59, sotto la direzione del neo patron Marco Ciriaci. Il neo patron del concorso e direttore artistico di Mediaseven Produzioni ha chiamato in ritiro per due giorni di preparazione le dodici aspiranti al titolo di Miss Universe Italy 2018 - selezionate con un lungo casting online in tutte le regioni italiane -  prima della serata finale diretta dal regista Alberto Gangi Chiodo.Una dopo l'altra, presentate da Emilio Sturla Furnò, le ragazze hanno sfilato di fronte alla giuria tecnica composta da Vittorio Cecchi Gori - nel ruolo di presidente di giuria - Ada Alberti, Franco Oppini, Kaspar Capparoni, Antonio Giuliani, Livio Beshir, Gigi Miseferi e Giuseppe Lepore. In sala anche una folta giuria stampa che ha votato in tutte le fasi della competizione. Tre le uscite in passerella prima interpretando i grandi successi del cinema, poi in costume da bagno e ,infine, in abito da sera dell'Atelier Dell'Olio Sposa di Paola Nobili e di Maxmilian, stilista ufficiale Miss Universe Italy, che ha confezionato due creazioni per la neo eletta Miss Universe Italy 2018  da indossare nella Finale Mondiale in Thailandia. Nell'uscita in costume da bagno le finaliste interpretano le creazioni in cuoio e materiali pregiati di Contància, neo partner Miss Universe Italy, con le sue borse e pochette esclusive. Il trucco è stato affidato allo staff di truccatori e parrucchieri coordinati da Deacosmesi 80 di Pietro Vessella. A fine serata ha vinto su tette la bellissima Erica De Matteis, 24 anni di Ostia che ha ricevuto uno splendido bouquet tricolore creato da Marco Mariani e un prezioso cadeau di Flavio Di Nacci. Uno speciale riconoscimento per Marianna di Treviso che ha ricevuto il riconoscimento del mensile Lei Style, aggiudicandosi un importante contratto per un servizio fotografico sul giornale di moda diretto da Lorella Ridenti. E, poi, tutti a cena al termine della serata  presso I Gauchos, in via Mattia Battistini, a pochi passi dall'hotel, dove la vincitrice è stata festeggiata tra brindisi e una grande torta. La bella Erica partirà alla volta di Bangkok il prossimo 29 Novembre, dove il 17 Dicembre rappresenterà l'Italia nella grandiosa Finale Mondiale di Miss Universe in diretta televisiva su FOX LIFE.     PREMIO PRESTIGE PER LE ARTI Ancora un premio alla carriera per Sandra Milo e per Lino Banfi, l'amatissimo Nonno Libero di Raiuno. L'altra sera ai due grandi attori è stato conferito il premio "Prestige per le Arti", terza edizione, ideato e organizzato da Sabina Tamara Fattibene, presidente dell'Associazione Culturale "Il Trittico Arte Contemporanea". Il riconoscimento viene assegnato da una giuria di giornalisti ai personaggi che si sono distinti per professionalità, consenso di critica e pubblico e per il loro impegno nel sociale. Purtroppo Sandra Milo è stata costretta a letto dall'influenza e non ce l'ha fatta ad arrivare. Lino Banfi ha invece inviato un videomessaggio di ringraziamento dalla sua Puglia e ha mandato a ritirare la stella-scultura dalla sua sua press-office Paola Comin. Presente e applauditissima invece la bellissima Eleonora Albrecht, attrice, conduttrice, fashion blogger, influencer e stilista di una linea di borse a forma di cuore, la "Confetta Bag", che realizza col compagno, il bell'attore Flavio Parenti. Grandi applausi nella sala Meeting dell'Hotel Cicerone di via Cicerone anche per Daniela Martani, poliedrico personaggio dalle mille sfaccettature, che ha appena condotto con successo dal red carpet della Festa del Cinema di Roma un programma su Canale 21, intervistando in inglese perfetto registi e divi hollywoodiani. Premiato per lo stesso programma che conduceva dallo studio e per i suoi lavori d'attore Vincenzo Bocciarelli, nella foto, una carriera iniziata in teatro con Strehler e attualmente nelle sale con "Rosso Istria - Red Land" di Maximiliano Hernando Bruno, ambientato durante la Seconda Guerra Mondiale che racconta il dramma delle Foibe. Partners di questa edizione del "Prestige per le Arti", il consulente Fideuram Marco Ildebrando e l'Arte del Restauro di Enrico Stirpe. A condurre la serata, il mago Heldin, al secolo Egidio Russo, e la giornalista di Raiuno Camilla Nata. ll premio per la Letteratura è andato a Giuseppe Di Piazza, grande firma del giornalismo e caporedattore del Corriere della Sera, per il suo primo romanzo "Malanottata", un noir ambientato a Palermo che ha già ricevuto vari riconoscimenti. Premiato anche il caposervizio de "Il Messaggero" Giorgio Belleggia. Sotto a chi tocca! Un bel riconoscimento è andato ad Alma Manera, soprano e pop singer nonchè attrice molto impegnata nel sociale col progetto "Con il sole sul viso". Grandi applausi per Andrea Sisti, musicista con 30 anni di carriera  e 6 album da solista pubblicati, cine produttore e proprietario del ristorante storico "Otello alla Concordia" di via della Croce. Il Prestige per le Arti gli viene assegnato per il docufilm "Il segreto di Otello", dedicato al ristorante aperto dal nonno 70 anni fa e da subito buen retiro del cinema italiano, presentato dapprima alla Berlinale e poi premiato con un Nastro d'Argento. Nel docufilm compaiono in due camei Robert de Niro e Bruce Springsteen che canta e suona dal vivo proprio nelle sale di "Otello". La serata ha anche segnato il gradito ritorno della coppia Franco Franchi e Ciccio Ingrassia. Infatti il premio Cinema è andato agli attori sosia dei due grandi comici, Tony Biffi e Marco Flamini, scoperti dal regista Felice Corticcha (premiato anche lui), che si sono esibiti in vari sketch. Li vedremo presto sul grande schermo? Un premio anche all'imitatore di rango Gianfranco Butinar che si è esibito nelle imitazioni di Franco Califano, Vasco Rossi, Francesco Totti.Premiata anche la stilista di "Miss Italia" Maria Celli per i suoi sontuosi abiti da sposa e da sera e la stilista Eleonora Altamore per le sue stupende creazioni moda e le borsette futuriste con geometrismi e colori che si intrecciano, che hanno incantato tutti i presenti. Una serata che non finiva mai: ecco due riconoscimenti anche peril noto violinista dell'Orchestra della Rai Gaspare Maniscalco e la giovane e bella cantante dagli occhi di ghiaccio Naira che sta spopolando col suo primo singolo dance "The Key of your Heart", il cui videoclipha mandato in tilt i social dalla tante visualizzazioni. Dulcis in fundo, non poteva mancare un premio all'arte e ai pittori Ester Campese, Mario Salvo, Roberto Pinetta e Isabelle Salari, la giovane artistache debuttò a soli 11 anni alla mostra "Cento pittori a Via Margutta", che ha ispirato il personaggio della baby-pittrice de "La Grande Bellezza" di Paolo Sorrentino e ha già tenuto mostre personali a Teheran e Roma e vinto la Biennale di Benevento nel 2016 e la Triennale di Roma nel 2017. A consegnare i premi sul palco, anche il pugile Nino La Rocca, Adriana Russo e la principessa Conny Caracciolo, Lino Bon e la scrittire Maria Pia Cappello con l'editore Luigi Sarpi. "?ART"- 8° evento didattico di fine corso dell' Università Cattolica  "? Art" si svolgerà il prossimo 29 novembre alle ore 18 al Centro Filologico Milanese e sarà arricchito dall'esposizione di opere di arte contemporanea e da performance di danza, teatro e musica. Ci dice Giovanni Bozzetti, docente e imprenditore:"Nell'ambito del mio impegno in Università Cattolica, i miei studenti della classe di “Turismo Culturale e Sviluppo del Territorio”, sono giunti alla concretizzazione dell'8° evento didattico di fine corso.Quest'anno il progetto dal titolo "?ART" ha come obiettivo quello di indagare il tema dell'arte contemporanea, quale ereditiera dell'arte classica o mera provocazione.  L'iniziativa didattica offre ai giovani la grande opportunità di sviluppare un senso pratico nella valorizzazione dei beni culturali ed entrare in contatto con Istituzioni, professionisti e realtà aziendali.Come già accaduto negli anni scorsi, la presentazione del progetto sarà occasione per coinvolgere in un TALK alcuni rappresentanti delle istituzioni, quali Filippo del Corno, Assessore alla Cultura del Comune di Milano, Domenico Piraina, Direttore di Palazzo Reale e dell'area Polo Mostre e Musei Scientifici del Comune di Milano, e Simonpaolo Buongiardino, Vice Presidente di Unione Confcommercio Milano.Hanno inoltre confermato il loro intervento, il Senior Manager di Banca Mediolanum Stefano Pirrone, il regista televisivo Davide Rampello, la nota collezionista Silvia Simonelli e la curatrice Anna Bozena Kovalkzyc."   Ludovica Pagani sostiene White Mathilda Sulla piattaforma Wishraiser.com è disponibile una nuova campagna di raccolta fondi a favore di White Mathilda, associazione che da anni lotta contro la discriminazione e la violenza sui soggetti più deboli ed in particolar modo aiuta tutte le donne vittime di abusi. Protagonista e ambasciatrice dell'iniziativa è Ludovica Pagani, influencer e dj, che ha deciso di lanciare una campagna di raccolta fondi per sostenere un'importante causa benefica alla quale, da giovane donna, è particolarmente sensibile. La violenza di genere è un fenomeno largamente diffuso nella nostra società e solamente in Italia risulta interessare circa 7 milioni di donne. Partecipando alla campagna su  http://www.wishraiser.com/ludovica, i donatori possono aiutare Ludovica a sostenere White Mathilda nella sua lotta contro la violenza sulle donne e inoltre hanno la possibilità di assistere ad una partita di Champions allo stadio in compagnia di Ludovica da posti riservati.  Donando e sostenendo la causa su  http://www.wishraiser.com/ludovica si partecipa ad un'estrazione finale che mette in palio, per un fortunato donatore ed un suo accompagnatore, la possibilità di assistere ad una partita di Champions League con Ludovica Pagani, cenare in sua compagnia e pernottare in hotel alla fine dell'esclusiva serata. Con la donazione, l'utente oltre a ricevere un certo numero di chance per partecipare all'estrazione del premio finale, può ricevere i gadget ufficiali della campagna “Better Together” tra i quali t-shirt, poster e pallone autografati da Ludovica, oltre alla possibilità di ottenere un video ed un sms di ringraziamento della stessa ambasciatrice.  Un momento, una foto, una frase, una serata, una performance, 11 opere, un autore:MANUEL OTERO MARTI. La serata che si é tenuta allo Stadio di Domiziano è il modo che Manuel Otero Marti ha identificato per porre delle domande e delle riflessioni alla società cercando di formularle in maniera artisticamente diversa nel tentativo di accrescere umanamente l'individuo che assiste. “Una sorta di necessità intrinseca – dice Manuel – di porre delle domande e di condividerle nel tentativo di aumentare il potenziale che ognuno possiede naturalmente dentro di sé.”Il progetto che accompagna “The Essence” consiste in una ricerca profonda dell'autore che lo porterà attraverso le performance a esporsi totalmente per ritrovare quell'essenza di sé stesso che generosamente offrirà ai presenti con l'intento di restituire alla società morale,valore,rispetto individuale che spesso sfuggono ma che sono le fondamenta della vita. Per realizzare visivamente “The Essence” Manuel è statosupportato dal fotografo Luca Artoli. Le performance catturate attraverso la fotografia ICT (International Camera Movement) sono 11 in cui Manuel interverrà direttamente dopo la esibizione.Anche il foglio bianco sarà protagonista nella serata, infatti, dopo la performance live l'autore interverrà sulle opere esposte creando un nuovo orizzonte nel mondo dell'arte contemporaneo.“La mia intenzione – sottolinea Manuel Otero Marti – non è quella di diventare un'artista ma è quella di esprimere la mia propria indole!”L'idea è che ogni singola immagine, e il suo specifico messaggio, inviterà l'osservatore a porsi delle domande esistenziali avendo a disposizione tutti gli elementi. Inoltre, per la serata, Manuel si avvarrà di una Camera Oscura, ancora una volta, permettendo ai presenti di catturare l'attimo.“The Essence” tratta tutto in un momento, in una perfomance, in una frase,in 11 fotografie e in un'unica serata. Manuel, attraverso le sue riflessioni, emancipa lo spettatore a contemplare l'insieme del suo lavoro attraverso il proprio modo di vedere la vita:“Quello che è, 蔓Ti va o non ti va”“Che parte del No, non hai compreso”       LA GRANDE MOSTRA : VAN DYCK. PITTORE DI CORTE [email protected] Il 16 novembre 2018, nelle Sale Palatine della Galleria Sabauda, presso i Musei Reali di Torino, apre al pubblico la straordinaria mostra dedicata ad Antoon van Dyck (Anversa, 1599 - Londra, 1641), uno dei più grandi artisti del Seicento europeo, il miglior allievo di Rubens che rivoluzionò l'arte del ritratto del XVII secolo. Personaggio di fama internazionale, gentiluomo dai modi raffinati, artista geniale e amabile conversatore, Van Dyck fu pittore ufficiale delle più grandi corti d'Europa. Attraverso un percorso espositivo che si dispiega in quattro sezioni, 45 tele e 21 incisioni, la mostra Van Dyck. Pittore di corte intende far emergere l'esclusivo rapporto che l'artista ebbe con le corti italiane ed europee. Dipinse capolavori unici per elaborazione formale, qualità cromatica, eleganza e dovizia nella resa dei particolari, soddisfacendo le esigenze di rappresentanza e di status symbol delle classi dominanti: dagli aristocratici genovesi ai Savoia, dall'arciduchessa Isabella alle corti di Giacomo I e di Carlo I d'Inghilterra. All'artista i Musei Reali di Torino e Arthemisia dedicano una grande esposizione incentrata sulla sua vasta produzione di ritratti e non solo: le opere, 45 dipinti e 21 incisioni, provengono dai musei italiani e stranieri più prestigiosi come la National Gallery di Washington, il Metropolitan Museum di New York, la National Gallery di Londra e la Collezione Reale inglese, la Scottish National Gallery di Edimburgo, il Museo Thyssen-Bornemiza di Madrid, il Kunsthistorishes Museum di Vienna, l' Alte Pinakotek di Monaco, il Castello Arcivescovile di Kromeriz presso Praga, le Gallerie degli Uffizi, i Musei Capitolini di Roma, la Ca' d'Oro di Venezia, la Galleria Nazionale di Palazzo Spinola, il Palazzo Reale e i Musei di Strada Nuova di Genova, in dialogo con l'importante e corposo nucleo di capolavori della Galleria Sabauda. Foto di Daniele Bottallo per Arthemisia Daniela De Souza: una stilista "lirica" «We say" bravo” a Daniela», scrisse sul suo sito l'Istituto Marangoni due anni fa. Così la scuola di moda, arte e design situata in pieno Quadrilatero si congratulò con De Souza, studentessa originaria di Manaus,che aveva disegnato e indossato per la Prima della Scala un abito bianco con strascico di sua creazione. Non una studentessa qualsiasi, visto che la bellissima Daniela De Souza è la compagna  del sovrintendente del Teatro alla Scala, Alexander Pereira, entrambi nella foto.Quest'anno ha aperto il suo atelier in via Gerolamo Morone,dietro il tempio della lirica. L'ATELIER È SITUATO IN UN PALAZZO STORICO IN VIA GEROLAMO MORONE 6, NEL CUORE DEL FASHION DISTRICT DI MILANO, A POCHI MINUTI DAL TEATRO ALLA SCALA E DA VIA MONTENAPOLEONE.L'ATELIER ACCOGLIE I SUOI CLIENTI IN UN'ATMOSFERA NATURALE ED ELEGANTE.  260 METRI QUADRATI ED È STATO A LUNGO LA SEDE DELLA CAMERA NAZIONALE DELLA MODA ITALIANA.IL MARCHIO È COMPLETAMENTE BASATO SUL MADE IN ITALY. LAVORANO CON I MATERIALI PIÙ PREZIOSI CHE I CLIENTI POSSONO SCEGLIERE DA UN GRANDE MAGAZZINO DI TESSUTI DI ALTA QUALITÀ DA JACQUARD DI SETA, LACCETTI DI TULLE, MACRAME. TUTTI I TESSUTI SONO ACQUISITI DAI NOSTRI VIAGGI SETTIMANALI  A COMO O NEI MAGGIORI CENTRI INTERNAZIONALI COME NEW YORK, PARIGI, TOKYO, SEUL E SHANGHAI PER DARE AI CLIENTI UNA SCELTA VASTA E UN TRATTAMENTO SU MISURA.LA DESIGNER DANIELA DE SOUZA CREA PER OGNI SINGOLO CLIENTE MODELLI UNICI SU MISURA CHE UNISCONO ALTA QUALITÀ E RICAMI A MANO.       Tutti al Mejor da Paz Battaglia: musica e cibo "stellato" Ospiti direttamente da Valencia al Mejor Milano Restaurant per passare un weekend con la musica di Lorenzo Zambianchi e Paolo Manila: questo locale, grazie al patron Pasquale "Paz" Battaglia, nella foto, sta diventando uno dei punti saldi della movida milanese tanto che ci passano star come Paz Vega e Alessandra Ambrosio. Se desiderate trascorrere una serata diversa dal solito, gustando dell'ottimo cibo in compagnia di tanta buona musica, il Mejor Milano – Restaurant cafè è il ristorante con musica dal vivo che stavate cercando. Nel centro della città, a due passi da Corso Buenos Aires, il locale vi sorprenderà con le sue pietanze e l'atmosfera divertente e allegra in grado di creare serate all'insegna del buon umore e del relax. A fare da sottofondo la musica dal vivo con il nostro piano bar e gli artisti pronti ad accompagnarvi dall'aperitivo fino al dopocena. Nel  ristorante con musica dal vivo potrete gustare una deliziosa cena, stupire gli amici, grazie ai sorprendenti menù e alla partecipazione di grandi artisti e ospiti.   Elena Barolo per Alessia Costa: gioielli da favola Tantissimi gli ospiti, tra celeb e amici, che hanno partecipato all' esclusivo evento per il lancio della Capsule Collection “Elena Barolo per Alessia Costa Gioielli”, che si è tenuto mercoledì 14 novembre presso l'Hotel Baglioni Carlton di Milano.Da Giorgia Palmas con Filippo Magnini a Simona Ventura, Cristina Chiabotto, Michela Coppa, Alessia Ventura, Alessia Reato, Barbara Snellenburg, Francesca Rocco, Ellen Hidding, Jo Squillo... Tutte sono impazzite per le tre linee di gioielli che compongono la collezione: il fulmine, la spilla da balia e il cerchio (Flashback Collection, Pin Love Collection e Link Collection) declinati nelle diverse versioni di anello, bracciale, orecchini e collana e disponibili in oro rosa 18 kt e in oro bianco 18 kt e palladio con diamanti. Confinternational promuove due importanti eventi Mercoledì 14 novembre  in Promos, Camera di Commercio di Milano, nell'ambito di una tavola rotonda con imprese e imprenditori americani e italiani, si è discusso dell'opportunità di fare business e investimenti in Lombardia, nel quadro del progetto “Invest in Lombardy”. In occasione della tavola rotonda, alcuni imprenditori sono stati premiati con il Premio Eccellenza Italiana.  Ideato da Massimo Lucidi, che ne ha curato la V edizione a Washington il 13 ottobre scorso, ha come scopo la valorizzazione di italiani che svolgono con dedizione e qualità la loro azione di professionisti, imprenditori, uomini e donne di cultura e impegno nel sociale.Dopo la relazione di Promos - Invest in Lombardy, che ospitava la tavola rotonda, c' è stato un dibattito sugli scambi internazionali tra USA e Lombardia; quindi hanno ricevuto il premio gli assenti a Washington :  Luigi Pepe, presidente della Fondazione GB Vico, Ludovico Di Meo, vicedirettore di Rai Uno, Cristiano Benassati, presidente della fondazione GTechnology, e Alessandro Piro, manager nel settore onlus. Il premio si pone come ponte economico e finanziario nei confronti della Lombardia, indirizzando gli investitori americani verso le opportunità di business e investimento della Lombardia.Presenti in sala alcuni operatori economici internazionali, radicati negli States. Lunedì 19 novembre alle 17,00, sempre temi internazionali caratterizzano il convegno in Unione Industriale a Torino, ma con argomenti diversi. “ Gli scambi culturali in epoca di globalizzazione “  il titolo del meeting . Cercheremo di capire come le attività culturali possono favorire le integrazioni tra i popol con il consigliere di zona Elena D'Ambrogio che introdurrà Dario Gallina, presidente Unione Industriali, Alessandro Meluzzi, Gianni Oliva, Cristiano Benassati, Srefano Molina della Fondazione Agnelli e il presidente Sergio Chiamparino. A Milano rivivono i mitici Anni 80 Se Umberto Eco in piena Tangentopoli definì gli anni Ottanta come il 'decennio degli effetti speciali', REALITY '80 si potrebbe immaginare come il caleidoscopio visivo dell'epoca. Analogamente al fantasmagorico strumento ottico, la mostra - che inaugura il 19 dicembre alla Galleria Gruppo Credito Valtellinese per la cura di Leo Guerra e Cristina Quadrio Curzio con la consulenza scientifica di Valentino Catricalà e Mario Piazza -  si propone come l'avvicendamento in libera sovrapposizione cronologica e tematica di cultura, società, spettacolo, arti, design e grafica della 'Milano da bere'.Il tipo di narrazione del progetto espositivo è quello di un intreccio continuo di storie e figure riferibili al decennio 1980-1990 all'interno di una ripartizione tematica e allestitiva costruita per frammenti monumentali e reperti tratti da eventi salienti, come ad esempio il circuito dinamico del Pac-Man nel formato Arcade tower da sala e la parata eteroclita di sorprese, gadget, regalissimi, inclusi nelle merendine della generazione dei paninari. All'interno di questa ricostruzione per frammenti, lo spettatore spazia fra il modellino in scala per il congresso del PSI all'Ansaldo (1989) di Filippo Panseca, affiancato dalle Sculture Biodegradabili del decennio precedente che ne hanno preparato il terreno concettuale, procedendo attraverso una selezione di opere provenienti dalla quella fucina artistica che fu la Brown Boveri di Milano (con lavori di Stefano Arienti, Corrado Levi, Claudio Déstito, Pierluigi Pusole) e dalla speculare esperienza romana dell'ex Pastificio Cerere accostati dai dipinti in grande formato di Nathalie Du Pasquier, Salvo, Tino Stefanoni, sino a perdersi nel dedalo delle mappe segniche di Alessandro Mendini e Maurizio Giacon, come negli intarsi dopofuturisti di Ugo Nespolo e nei soggetti pittorici sovrappopolati di Marco Cingolani.  Volti, pose, tic, inflessioni comportamentali occhieggiano infine in una galleria di 50 scatti di Maria Mulas a documentare i party scintillanti degli anni del dopo-terrorismo, che anticipano la messe di documenti, memorabilia, reperti video, giornali, libri, vignette satiriche, cataloghi d'arte e display commerciali a completamento dell'allestimento, in un crescendo cromatico bubble-gum che culmina con le divise da 'sfitinzia' e 'gallodidio' dei Paninari. Simone Molinari: un imprenditore dal cuore d'oro Simone Molinari é il noto imprenditore comasco proprietario di Luxury Apartments Il Sogno e di Appartmenti Il Sogno www.ilsognobellagio.it, e frequentatore abituale di luoghi chic e sempre alla moda.Da Forte dei Marmi a Dubai passando per Porto Cervo e Saint Tropez. Anche la scorsa settimana una serata indimenticabile con amici giunti da ogni parte del mondo per festeggiarlo. Una vita nel lusso, ma senza dimenticare i meno fortunati: alla sua festa di compleanno ha scelto di ospitare la fondazione Giacomo Ascoli Onlus di Varese alla quale è stato devoluto il ricavato della serata. Simone Molinari ha deciso di non ricevere regali, ma di destinare gli equivalenti importi alla fondazione che si occupa di migliorare la vita dei bambini affetti da patologie onco – ematologiche e delle loro famiglie. In particolar modo i fondi saranno destinati al day hospital Giacomo Ascoli per la remunerazione della retribuzione di medici, psicologi e per l'acquisto delle attrezzature necessarie alle cure dei piccoli pazienti.Il suo cuore é legato comunque a Forte dei Marmi che frequenata praticamente fin da quando avevo due mesi, periodo in cui la sia famiglia pensò di acquistare una casa in Toscana." Ormai da diversi anni quindi mi trovo a trascorrere le mie estati in questa meravigliosa località. Amo Forte dei Marmi perché offre i più moderni svaghi e tante opportunità per il relax, il benessere e il divertimento, senza trascurare le vetrine per gli amanti dello shopping. Per quanto mi riguarda le giornate a Forte dei Marmi iniziano sempre con una buona colazione, momento che per me rappresenta un vero e proprio “rituale” , dal mio amico Aldo Gassani che gestisce la miglior pasticceria della Versilia, situata a Massa. In alternativa, per chi si trovasse al Forte, non può assolutamente perdersi brioches e cappuccino da Il Giardino, storico bar, situato nella piazzetta principale". Simone Molinari é una persona che, ripetiamo, vive nel lusso, ma dal cuore d'oro e questo gli ha portato e continua a portargli fortuna.

Dai blog