Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Periscopio, gli eventi vip della settimana

Ivan Rota
  • a
  • a
  • a

Green Carpet Fashion Awards scheda 1 Domenica 22  con il Green Carpet Fashion Awards 2019 il Teatro alla Scala ha fatto il pieno di star. C'erano quelle internazionali, ma anche molte italianissime, come il grande Valentino Garavani accompagnato da Sophia Loren. E' stato lui a ricevere il prestigioso Legacy Award, scelto come vincitore dal direttore creativo e co-fondatore di Eco-Age Livia Firth e dal presidente della Camera Nazionale della Moda Italiana Carlo Capasa. Presentatori della serata i top model Adut Akech e Jon Kortajarena, sul tappeto,Anna Wintour,Amber Valletta, Barbara Palvin, Isabeli Fontana e gli angeli di Victoria Secret's Izabel Goulart, Alessandra Ambrosio, Elsa Hosk.Fra tante star internazionali, anche gli imprenditori Arturo Artom con la moglie Alessandra Repini, Giovanni Bozzetti con la moglie Ludmila Voronkina,nella foto, Daniela Iavarone e la lanciatissima attrice Benedetta Porcaroli.     Dopo il "green carpet" Due cene spettacolari dopo i Green Carpet Fashion Awards: quella ufficiale a Palazzo Marino con isituzioni e star e poi una cena da Cracco in Galleria, elegante e esclusiva. Nella foto Tiziana Rocca con Daniela Iavarone, presidente dell' Associazione Amici della Lirica.         La festa di amFAR Giunto alla sua undicesima edizione, a Palazzo Mezzanotte a Milano,i è tenuto uno dei gala più attesi della Milano Fashion Week: si tratta dell' amfAR, con star dello spettacolo e personalità pubbliche provenienti dagli ambiti più svariati, tutte riunite per una buona causa. L'associazione che ha dato vita all'evento infatti, fondata nel 1985 con il supporto della fondazione di Liz Taylor, raccoglie ogni anno milioni di dollari da destinare alla ricerca sull'AIDS e alla prevenzione e alla sensibilizzazione sull'HIV. Rita Ora, ospite d'onore dell'evento nonché performer con una piccola esibizione live,  ha cambiato ben tre look nel corso della serata. Visti Bianca Balti,  Anna Cleveland con abito di Vivienne Westwood, e  Eva Riccobono, con un vestito di Genny. Tanti ospiti tra cui l'imprenditore Arturo Artom con l'elegantissima moglie Alessandra Repini, nella foto. Extreme Beauty: il superparty di Vogue Extreme Beauty, questo il titolo del party di  Vogue Italia che si è tenuto ieri sera a Palazzo Serbelloni durante la settimana della moda di Milano. Al centro della serata l'idea contemporanea di bellezza, da sempre nel DNA del magazine, che è stata reinterpretata da  Ibrahim Kamara attraverso una serie di performance e immagini visionarie. La direzione artistica della festa più importante della fashion week milanese è stata infatti affidata, per la prima volta, a uno stylist, figura sempre più cruciale nel mondo della moda. Nato in Sierra Leone ventinove anni fa, cresciuto in Gambia prima e a Londra poi, Kamara è oggi una delle figure più rilevanti del fashion system internazionale, cui contribuisce con una voce poetica unica, frutto di una ricca contaminazione di culture in cui il realismo magico fa da sfondo a una forte presa di posizione sociale. Emanuele Farneti, direttore di Vogue Italia, nella foto,lo ha voluto per realizzare una delle due copertine del numero di settembre, scattata da  Paolo Roversi, in cui oltre a vestire  Adut Akech, Kamara ha messo in scena se stesso, per la prima volta, con gli stessi abiti indossati dalla modella; e adesso lo ha chiamato per rappresentare al meglio il significato contemporaneo di bellezza. “Oltre stereotipi, limiti e canoni prestabiliti la vera bellezza per Vogue Italia è pura creatività. È un messaggio di libertà, inclusività, audacia e provocazione. Da sempre la cifra distintiva del nostro giornale. Ibrahim ha aggiunto a questo messaggio la sua straordinaria visione, irriverenza ed ironia'', dice il direttore di Vogue Italia Emanuele Farneti. Ibrahim Kamara, è uno dei talenti di nuova generazione più interessanti del momento. Dopo il progetto presentato nel 2016 alla Central Saint Martins, Kamara si impone nel mondo della moda come il nuovo astro nascente attraverso visioni creative caratterizzate dalla sua componente culturale e dal suo passato. Collaboratore fisso di Vogue Italia, di cui firma la prima cover nel marzo 2019, autore accanto a Paolo Roversi degli scatti del Calendario Pirelli 2020, Looking for Giuliet, stylist di celebrities, Kamara oggi si divide tra lavori editoriali per le più importanti testate di moda e curatela. Per il party  Extreme Beauty, lo stylist ha immaginato allestimenti, costumi e look degli artisti e ha creato una serie di maschere che sono state indossate dagli ospiti. «Volevo che questo party fosse come una sceneggiatura e che gli ospiti si sentissero coinvolti come se stessero vedendo un film. La storia è un mix delle mie origini africane, della mia formazione londinese e della mia passione per l'impero romano. Questo per me è il vero significato di Extreme Beauty: un “clash” di culture diverse che, unite insieme, creano una nuova idea di bellezza. So che è solo una festa ma vorrei che la gente, uscita dal party, cogliesse l'energia e l'amore che hanno permesso di dare vita a questo evento, e assimilasse la mia ispirazione: vedendo la bellezza sotto una nuova luce», spiega Ibrahim Kamara. La festa ha visto una serie di performance susseguirsi sul palco e distribuirsi nelle diverse sale di Palazzo Serbelloni seguendo un fil rouge dove la cifra creativa di Kamara, contemporanea e inaspettata ha fuso culture, stili e mondi lontani: dall'esibizione di  Lafawndah, cantante future-pop di origine egiziana/iraniana a uno spettacolo di ballerini africani, dalle coppie danzanti, percussionisti e antichi guerrieri romani al dj set live di Akinola e Seb Perrin. Extreme Beauty sarà anche il tema di  Beauty in Vogue, in edicola dal 4 novembre, l'allegato che Vogue Italia realizza due volte l'anno per parlare di bellezza attraverso testi e immagini inaspettati. L'evento è stato reso possibile anche grazie al supporto di alcuni partner: Allergan, azienda farmaceutica leader a livello globale nel settore della medicina estetica, tra i main partner di Vogue Italia ha organizzato una esclusiva “Beauty Experiencing” rivolta al pubblico. Le ospiti coinvolte hanno avuto la possibilità di fare un'esperienza immersiva, a 360°, nel mondo della bellezza: al mattino, infatti, si è tenuto il “Beauty Decoded” di Allergan; al pomeriggio, la “Beauty Session” con sedute di make-up e hairstyling ed alla sera, come special guest, hanno partecipato all'evento  Extreme Beauty di Vogue Italia. All'evento mattutino, “Beauty Decoded”, sono stati coinvolti medici esperti di medicina estetica a livello nazionale e sono stati sfatati i falsi miti sulla medicina estetica. Allergan ha contribuito ad arricchire la creatività della  Extreme Beauty omaggiando le ospiti con un bracciale di fiori che quattro ballerine, attraverso la loro danza che è stata un inno alla bellezza ed alle emozioni, hanno indossato al momento dello show. Ad impreziosire i bracciali, un nastrino di raso ed una frase che esprime i valori del brand: "Be the best version of yourself". Allergan crede nell'importanza di sentirsi bene nella propria pelle e nella bellezza come mezzo di espressione della propria personalità KIKO MILANO è stata fondata nel 1997 a Milano e da allora ha rivoluzionato il modo in cui i cosmetici vengono venduti a livello globale. KIKO identifica le principali tendenze beauty e le rende accessibili a tutti. Combinando la qualità e la creatività radicate nel suo DNA italiano, KIKO ha conquistato i più esigenti beauty addict con una gamma infinita di sfumature, tonalità e trame per soddisfare ogni esigenza di trucco. KIKO MILANO per l'occasione ha curato l'Extreme make-up dei performer protagonisti della serata. Il makeup è l'estensione della propria bellezza, un modo per sublimare le caratteristiche individuali e renderle ancora più uniche. “Briciole” d'individualità e autenticità necessarie, cui viene in soccorso KIKO, grazie a prodotti innovativi, funzionali e semplici da usare.  Moët & Chandon è la Maison che ha introdotto nel mondo lo champagne, creando vini unici per ogni occasione e celebra la gioia di vivere. Con una sua bottiglia di champagne che si apre ogni secondo nel mondo Moët & Chandon sa che ogni istante è un'esperienza. Come quella regala agli ospiti che hanno brindato con le preziose bollicine dell'iconico champagne Moët & Chandon Impérial, che festeggia quest'anno il 150esimo anniversario dalla sua creazione. Belvedere Vodka è stata la prima a creare un nuovo criterio di eccellenza nel mondo della vodka, inaugurando la categoria della vodka di lusso. Oggi il carattere distintivo e l'integrità senza compromessi di Belvedere Vodka sono internazionalmente riconosciuti dai cultori del genere che apprezzano il suo spirito assolutamente naturale e privo di additivi. Belvedere Vodka è stata protagonista della proposta cocktail della serata, deliziando gli ospiti con una carta drink all'insegna della freschezza e della semplicità dedicata a Extreme Beauty. Iniziativa speciale  Xerjoff Group, gruppo leader nella profumeria di lusso, ha scelto di essere partner di  Extreme Beauty per immaginare insieme agli ospiti, la bellezza del futuro. Che è espressione, linguaggio, idea, proprio come il profumo. I brand del Gruppo - Xerjoff, Casamorati e Kemi, sono distribuiti in oltre 60 paesi, in 400 selezionati punti vendita, 6 boutique monobrand a Dubai, Mosca, Londra e Torino e attraverso la piattaforma digitale XerjoffUniverse.com Wella Professionals ha messo a disposizione un suo team di hair dresser per prendersi cura dei performers e di alcune ospiti dell'evento. Thanks to  Audi. Green Carpet Fashion Awards Domenica 22  con il Green Carpet Fashion Awards 2019 il Teatro alla Scala ha fatto il pieno di star. C'erano quelle internazionali, ma anche molte italianissime, come il grande Valentino Garavani accompagnato da Sophia Loren. E' stato lui a ricevere il prestigioso Legacy Award, scelto come vincitore dal direttore creativo e co-fondatore di Eco-Age Livia Firth e dal presidente della Camera Nazionale della Moda Italiana Carlo Capasa. Presentatori della serata i top model Adut Akech e Jon Kortajarena, sul tappeto,Anna Wintour,Amber Valletta, Barbara Palvin, Isabeli Fontana e gli angeli di Victoria Secret's Izabel Goulart, Alessandra Ambrosio, Elsa Hosk.Fra tante star internazionali, anche gli imprenditori Arturo Artom con la moglie Alessandra Repini, Giovanni Bozzetti con la moglie Ludmila Voronkina,nella foto, Daniela Iavarone e la lanciatissima attrice Benedetta Porcaroli. MALENA studentessa a lezione da VITTORIO SGARBI Un'inattesa e affascinante studentessa, si è seduta al primo banco tra gli invitati alla lectio magistralis che Vittorio Sgarbi ha offerto martedì sera a Milano per il debutto della mostra "Così fan tutte", curata con la consulenza della storica dell'arte Beatrice Avanzi. Aperta fino al 6 ottobre, nasce da una idea di Gleeden, sito per incontri extraconiugali con oltre 5 milioni e mezzo di iscritti, che ha scelto di includere nell'esposizione sull'infedeltà anche una sezione dedicata al tradimento visto dalle pagine dei giornali di gossip, curata da un esperto della materia: Roberto Alessi, direttore del periodico settimanale Novella 2000. Tra i tanti accorsi per ascoltare come l'infedeltà femminile sia diventata parte del costume e del patrimonio storico e culturale della nostra società, si è seduta nelle prime file, anche la conturbante Milena Mastromarino, in arte Malena, astro splendente dell'intrattenimento per adulti e volto noto al grande pubblico della TV e dei reality. La solare attrice di Gioia del Colle (BA), scoperta nel 2016 dal famoso regista, attore e produttore internazionale di film per adulti, Rocco Siffredi, ha seguito, rapita e con attenzione, la narrazione di Vittorio Sgarbi circa le maggiori icone fedigrafe che hanno costellato l'Arte e la Storia e su come queste figure femminili hanno influenzato la società e la cultura di oggi. Nella foto Roberto Alessi e Malena Grace: una nuova realtà Grace si preannuncia come una novitá nel panorama milanese: cibo di alto livello, musica e cabaret per dare forma al desiderio di versatilità del nuovo modo di intendere il divertimento. Grace si compone di una struttura principale dove è ospitato un ri- storante da cento coperti e un lounge bar che al termine della cena si trasforma in club. Gli ambienti adiacenti si presentano come spa- zi all'aperto circondati da un ampio giardino e accolgono un dance- floor che durante la stagione invernale diventa un volume chiuso. La palette attinge dalle atmosfere di Blue Velvet di David Linch, le forme fluide e futuristiche guardano all'estetica americana anni 80 reinterpretata in chiave contemporanea. Grandi volumi curvi in acciaio definiscono la cucina, il palco, il bar, si inseriscono in uno spazio cementizio, grezzo, con un lucido soffit- to blu animato da fantascientifiche luci. Pavimenti rosa, bordeaux e tocchi animalier, tende in velluto scure e calde, ricercati dettagli in marmo, giocano a contrasto con i materiali grezzi e con quelli lucidi per ottenere un mix inatteso. Grace è un ambiente fluido e dinamico adatto ad accompagnare i propri ospiti dal tramonto fino a tarda notte attraverso una pro- grammazione artistica variegata che spazia da spettacoli di cabaret a live performances. In consolle si alternano sonorità disco ed elet- troniche. Il ristorante è targato La Risacca e propone una cucina contemporanea di pesce. L'apertura è prevista per il metà ottobre Il talento di Roberto Fiori Roberto Fiori è un ragazzo di 25 anni, neo laureato, desideroso di dimostrare al meglio le proprie competenze e potenzialità nel mondo.Durante il percorso universitario, Roberto ha maturato differenti esperienze lavorative in diversi ambiti che gli hanno permesso di acquisire un background articolato e pluridisciplinare.Uno dei suoi punti di forza è sicuramente l'adattabilità alle nuove situazioni, eccezionali capacità socio-relazionali.I viaggi intrapresi per piacere ,lavoro e volontariato, in Stati Uniti, Africa ed Europa, gli hanno permesso di allargare i propri orizzonti culturali ed avere un ottimo open mind adattabile alle situazioni lavorative che necessitano di creatività.   Roberto ha appreso nel corso degli anni che non si è mai veramente arrivati, che si può sempre imparare e che l'esperienza soprattutto in ambito lavorativo paga più di qualsiasi master o percorso universitario; di conseguenza ha un grande desiderio di mettersi alla prova e di portare valore aggiunto nel suo ambito lavorativo. Nel suo futuro anche televisione e cinema. Serata di gala per Adele Ceraudo a Barcellona La Casa degli Italiani ospiterà il 4 Ottobre alle ore 19:00 l'artista Adele Ceraudo. L'evento sarà inaugurato dal Presidente della Casa Mirko Scaletti. Successivamente verrà proiettato il cortometraggio “Io non sono pazza” realizzato con il regista Duccio Forzano di cui, poi, si spiegherà il motivo per il quale è stato realizzato, in modo da introdurre e quindi raccontare la storia di Adele Ceraudo. L'artista si distingue per la sua tecnica unica e riconoscibile, il disegno con la penna Bic con la quale va oltre ogni immaginazione e ha ritratto illustri personaggi, tra cui: Rita Levi Montalcini, Lina Wertmuller, Josefa Idem, Irene Pivetti. Nel 2019 è invitata a Barcellona come eccellenza italiana. Chiamata anche l'ArtiVista per il suo impegno sociale, ha operato all'interno dell'ex manicomio provinciale di Udine, con una mostra personale ed una performance, creando collaborazioni con il regista Duccio Forzano ed il fotografo Carlo Mari. La Casa degli Italiani è un'associazione benefico-culturale apolitica che da sempre ospita grandi artisti che vogliono condividere i loro percorsi con la comunità italiana di Barcellona. La Casa organizza nello storico palazzo di Pasaje Méndez Vigo numerose attività, soprattutto eventi culturali e sociali, ma non solo, sostiene anche le scuole italiane di Barcellona e aiuta i connazionali in difficoltà. Ritotna il mito del Jackie O' "Cameriere? Champagne!". La new way del Jackie O' di Via Boncompagni, storico tempio capitolino della Dolce Vita dedicato alla più celebre delle first lady, Jacqueline Kennedy Onassis, riparte lì da dove tutto era iniziato negli anni '70 grazie ai proprietari Gilberto e Beatrice Iannozzi che lo resero famoso in tutto il mondo, accogliendo in serate fantastiche divi di Hollywood e star di casa nostra, politici, paparazzi, femme fatale e scazzottate. L'inaugurazione della season autunnale, l'altra sera, è coincisa con il lancio del raffinato ristorante del club affidato alle cure della figlia quarantenne della Iannozzi, Veronica, bella e accattivante come la madre e con lo stesso piglio manageriale. Veronica ha ristrutturato l'intero ristorante adiacente al piano bar, affidando il restyling allo studio di Fabrizia Frezza. Nero e oro, specchi, arredi di design e modernariato che si mixano, sedute di pelle e poltroncine di velluto, il maestoso Angelo di Mario Ceroli alle pareti e soprattutto una galleria di foto d'epoca in bianco e nero incorniciate e sparse ovunque con tutti i personaggi che hanno fatto la storia del Jackie O'. L'atmosfera è intima e ricercata e ospita una cucina di livello di respiro internazionale. Il ristorante si riconferma un locale senza tempo, di classe e elitario. Tra luci soffuse, specchi e vetrine che custodiscono bottiglie di liquori, una tappezzeria da collezione e l'immancabile sottofondo musicale, curato per l'opening party dal violino elettrico di Enrico Lottarini e dai mix del dj Stefano Gallo. A brindare al nuovo corso del club con Beatrice e Veronica Iannozzi che lo ha reso un luogo adatto anche ai più giovani con aperitivi modaioli che iniziano alle 19 e ad assaggiare le specialità culinarie create dagli chef Federico Sparaco e Stiven Toro, sono arrivati in tantissimi. Oltre 300 persone selezionatissime. Ma la vera festa dal sapore dolcevitaiolo è iniziata dopo il dinner. Quando al piano bar il mitico Peppino Di Capri ha mandato tutti in delirio con i suoi cavalli di battaglia, le sue stranote e amate canzoni come "Roberta" e "Champagne". Peppino è sempre Peppino e da il meglio di sè con generosità. Intorno al pianoforte tutti i presenti, armati di Smartphone, hanno girato filmati e storie di Instagram in tempo reale proprio come se fossero a un concerto. In pista le due amiche ritrovate in look total black Serena Grandi e Corinne Clery e una bellissima Alba Parietti in abitino di paillettes nero smanicato e le leggendarie gambe in bella vista. Ma anche le dame salottiere habituè del Jackie O': Sandra Carraro, Berta Zezza, Roberta Boccanelli e Francesca Ferrone, sedute accanto agli imprenditori Paolo Fiorillo e Volia Chitis e al playboy Arnaldo Del Piave appena rientrato dal Kenia. Flash scatenati all'arrivo di Stefania Orlando e il neo marito Simone Gianlorenzi, alti, belli e innamoratissimi, seguiti dall'amico del cuore Alessio Poeta. Alle prese con risotto allo champagne, amatriciana e cotolette anche il bell'opinionista biondo di Barbara D'Urso Roger Garth, la bombastica giornalista di Rai News 24 Josephine Alessio, l'attore Graziano Scarabicchi, il bel Ciavarrino Paolo, star di "Forum" di Barbara Palombelli. Paolo, figlio di cotanti genitori, Eleonora Giorgi e Massimo Ciavarro, non poteva non seguire la carriera dei suoi. Con lui, gli influencer Andrea Dionetti e Vittoria Cusumano e il volto di Sky Tg 24 Olivia Tassara. Immancabili gocce di sangue blu con il principe Guglielmo Giovanelli Marconi e la bella moglie Vittoria, la principessa Irma Capece Minutolo  e Conny Caracciolo. Si rivede nelle notti romane Sara Varone, sempre sexyssima, che non usciva per serate mondane da un bel po'. Cartellino timbrato anche per lo scrittore Niky Marcelli, l'editore Giò di Giorgio con l'attrice Milena Stornaiuolo e la stilista Francesca Anastasi, il presentatore Fabrizio Pacifici. Champagne, manco a dirlo anche in onore di Peppino e dalla sua hit immortale, e tripudio finale di pasticceria a cura del pastry chef de "la Prova del Cuoco" Federico Prodon. Che dire? Una seratone speciale che ha incantato tutti al grido di "Ma chi l'ha detto che la Dolce Vita è morta? E' qui, viva e vegeta, grazie a Beatrice e Veronica". Prosit! Il Monviso per i bambini   Bambini e territorio: un legame che va creato, stimolato, consolidato. Grazie al progetto PLUF! le Valli del Monviso accolgono i loro piccoli ospiti con attività ideate e realizzate su misura: dal calendario di spettacoli e visite teatralizzate al nuovo gioco in scatola alla scoperta delle valli, l'offerta è tutta rivolta a un turismo sempre più familiare, dove intrattenimento e apprendimento vivono in perfetta simbiosi.   Prosegue il percorso didattico e coinvolgente dedicato ai bambini e alle loro famiglie per far conoscere in modo diverso, proattivo e divertente un territorio ricco di attrattive ma ancora poco esplorato dal turismo di massa.    Dopo un'estate ricca di appuntamenti, PLUF! (www.alcotra-pluf.eu), il progetto di attività pensate per i piccoli ospiti e turisti delle Valli del Monviso portato avanti dall'Unione Montana Valle Varaita in qualità di capofila di un ampio partenariato transfrontaliero che comprende l'Unione Montana dei Comuni del Monviso, l'Unione Montana Valle Maira, l'Unione Montana Valle Grana, l'Unione Montana Valle Stura, il Consozio BIM - Bacino Imbrifero Montano del Varaita e l'Office de Tourisme du Guillestrois et du Queyras con il supporto dell'Unione Europea nell'ambito del programma Interreg Alcotra, per la stagione autunnale propone una serie di altre opportunità dedicate al pubblico dei giovanissimi.    Per scoprire il territorio, visitarlo, conoscerlo e amarlo, sulla scia del successo riscosso nella stagione estiva, proseguono le visite turistiche teatralizzate per bambini. Si tratta di racconti animati proposti da un gruppo di professionisti che hanno seguito un corso di specializzazione nel linguaggio teatrale applicato all'accoglienza e al turismo. Le visite sono gratuite, ma la prenotazione è necessaria sul sito di PLUF! (www.alcotra-pluf.eu)  Oltre alle visite teatralizzate, in calendario anche numerosi spettacoli teatrali ideati con una chiave di lettura e un linguaggio adatti al pubblico dei giovanissimi per raccontare il territorio e farne conoscere le caratteristiche, le storie, le leggende, le tradizioni locali.    Ma le novità non finiscono qui. La valorizzazione turistica del territorio e la sua conoscenza sono state racchiuse e veicolate nella realizzazione del nuovissimo Gioco in Scatola Pluf!, Gioca con le terre del Monviso, realizzato da La Fabbrica dei Suoni con il progetto Interreg Alcotra Pluf!: un escamotage originale e divertente per scoprire le terre del Monviso attraverso una modalità ludica di tipo cooperativo. Il gioco si compone di 200 carte abbinate ad altrettante domande su natura, sport, cultura, prodotti tipici, storia & storie. La particolarità risiede nella modalità di gioco: i partecipanti non si sfidano l'uno contro l'altro ma operano insieme. Le pedine non appartengono a un solo esploratore: ogni gioco dev'essere affrontato con l'aiuto, l'interazione e la collaborazione di tutti. L'avversario da sconfiggere è il gioco stesso, rappresentato dal maltempo che impedisce la scoperta del territorio. Il gioco è stato anche consegnato in comodato d'uso alle strutture ricettive che hanno aderito al protocollo di accoglienza turistica Fam.Viso rivolto al target del turismo familiare e sarà disponibile anche in versione online su Apple e Play store.  “Attraverso il progetto Pluf! sta emergendo la particolare vocazione turistica per famiglie con bambini del nostro territorio; in questo importante scenario di sviluppo, che vuole incrementare l'attrattività e l'accoglienza turistica grazie a una più attenta valorizzazione delle risorse naturali, culturali, paesaggistiche e umane, la realizzazione di un gioco in scatola come questo è  un importante tassello – spiega Silvano Dovetta, Presidente dell'Unione Montana Valle Varaita -. Il gioco ha infatti un ruolo fondamentale nella costruzione e nello sviluppo della società, poiché aiuta lo sviluppo della personalità e allena la crescita della sfera cognitiva. Abbinare un gioco a un territorio significa inoltre coniugare l'esperienza ludica alla scoperta di dettagli e particolari che costituiranno lo spunto per una visita più approfondita e soddisfacente del territorio stesso”.    Infine, nei prossimi mesi i giovani ospiti in vacanza nelle Valli del Monviso riceveranno presso le strutture aderenti al progetto set di materiali ludici e didattici per animare e rendere più coinvolgente la loro permanenza sul territorio: giochi, gadget e un simpatico taccuino sul quale annotare le attività svolte.    CALENDARIO SPETTACOLI   Visite teatralizzate 09 ottobre - Il cammino di Staffarda a Staffarda, Revello, Valle Po 13 ottobre - Cieli di pietra a Balma Boves, Sanfront, Valle Po   Spettacoli teatrali 04 ottobre - Il mulo, la neve, il pastore, a Valgrana in Valle Grana 27 ottobre - Cartoline. I bambini raccontano la montagna a Bagnolo Piemonte 22 dicembre - L'uomo che piantava gli alberi a Demonte in Valle Stura   TERRITORIO Il territorio è quello delle Terre del Monviso, poco distanti da Torino. Si parte da Nord con la Valle Po, dove nasce il principale fiume d'Italia, si scende poi attraverso la Valle Varaita, dalla forte anima occitana, la Valle Maira, paradiso dei camminatori e degli escursionisti, la Valle Grana, scrigno di paesaggi e di gastronomia, fino alla Valle Stura, la più estesa e ricca di interessi culturali. Partecipa al progetto anche la vicina zona francese del Guillestrois-Queyras, raggiungibile attraverso il colle dell'Agnello, celebre valico protagonista del Giro d'Italia.   INFORMAZIONI Per informazioni al pubblico si può chiamare il numero 0175/978321, oppure andare sul sito www.alcotra-pluf.eu attraverso il quale si accede alla presentazione del progetto e ai link dei siti turistici delle Unioni Montane delle valli. Altre informazioni su questo territorio si trovano su www.visitmove.it    Pagina Facebook: https://www.facebook.com/terresmonviso     Pagina Instagram: https://www.instagram.com/terresmonviso/     Hashtag ufficiali: #terresmonviso #pluf #plufmonviso #ilovepluf       In festa per la tecnologia Venerdì scorso all'Hollywood di corso Como la modalità operativa ELIO si è unita alla sfilata di Villiani Couture, dando vita a uno show d'eccezione che ha unito un'eccellenza della moda italiana alla la nuova tecnologia che soddisfa le esigenze del privato e del pubblico per la promozione e la tutela delle eccellenze Made in Italynel settore del lusso.  Questo ecosistema tecnologicovolto a rivoluzionare l'acquisto a distanza, consente all'acquirente di decidere dove e come fare shopping in un'esperienza quasi identica a quella in store. Applicata agli smart-glasses Epson Moverio, la modalità operativaELIO ha permesso ai buyere ai personal shopperpresenti alla sfilata del brand Villiani di trasmettere in diretta streaming audio-videolo show a Parigi, sul tablet di Valery Riffaud-Cangelosi, Head of New Market Development - Epson Europa.   INIZIO DELLE ADESIONI DEI NEGOZI Con questo evento è ufficialmente iniziata la campagna di adesioni alla modalità ELIOa partire dai principali brand della città di Milano.  Il primo ad aderire sarà De Wan di via Manzoni 44, cui successivamente si aggiungeranno gli altri punti vendita De Wan di Monte Carlo e Torino. I negozi che vorranno da questo momento aderire alla modalità ELIO potranno contattare ELIO s.r.l.all'indirizzo email info@elio-interactiveshopping.commettendo come oggetto “Adesione alla modalità Elio”.   LA MODALITÀ ELIO La modalità ELIOsi rivolge a un mercato in continua espansione, la vendita a distanza, che permette ai clienti da remoto di poter visionare e acquistare prodotti di alta qualità tramite dei personal shopper che mostreranno i capi di interesse al consumatore tramite gli smart-glasses Epson Moverio.  ELIO(E-commerce Live International Organization) propone un'interazione cliente-negozio, in cui il cliente dialoga con il negozio e visita il negozio: un'esperienza essenziale nel settore del lusso.  Attraverso gli smart-glasses indossati dal commesso o dal personal shopper, il cliente, connesso in Internet, vede il negozio, visiona e sceglie gli articoli.  Le modalità operative di ELIO sono semplicissime:  • Tramite il portale ELIO il Cliente sceglie dove e come fare shopping e fissa un appuntamento per la chiamata.  • Il cliente, da smartphone o personal computer, interagisce con il negozio, direttamente o tramite il proprio personal shopper.  • Gli smart-glasses, indossati dal commesso o dal personal shopper, attivano via internet lo streaming audio-video, attraverso i quali il cliente (remoto) è virtualmente presente nel negozio  •   A fine sessione verrà concluso l'acquisto col pagamento online.  •   Seguirà la logistica della spedizione.    SHOPPING VIRTUALE MA “FACE TO FACE” In sintesi, ELIO propone uno shopping virtuale, ma “face to face”, attraverso cui il negozio illustra le proprie eccellenze ed il cliente vive un'esperienza gratificante.  Ai negozi viene offerta l'adesione gratuita a una modalità di vendita innovativa, applicando solo una piccola commissione sulle vendite reali. La tecnologia ELIO offre al mondo della moda l'opportunità di promuovere le eccellenze made in Italy, novità per i Brand, rilancio di negozi di quartiere e sviluppo delle nuove professionalità. La collaborazione tra l'Università degli Studi di Pavia e l'Université de Lyon ha prodotto uno studio di internazionalizzazione per promuovere la rivoluzione digitale dello shopping.   LA COLLEZIONE VILLIANI  La prima collezione del brand Villiani della linea Couture è una avant-à-porter luxury collection ispirata dall'artista Antonio Urzi e le sue uniche creazioni di metallo fatti sia per l'alta moda che per il palcoscenico mondiale e da lì proviene anche il nome della collezione “Unbroken Steel”.  Prendendo spunto anche da alcuni movimenti artistici come l'art decò e il futurismo la collezione ha delle linee geometriche e tagli particolari che mettono in evidenza le forme femminili e sottolineano la bellezza naturale, esprimendo uno stile ed eleganza un po' stravaganti ma nello stesso tempo classici. Dando tantissima importanza al dettaglio, i materiali e i tessuti utilizzati nella collezione sono molto ricercati. Gli accessori come le cerniere metallizzate applicate e i tessuti come il neoprene, il jersey di cotone e la seta doppiata entrambi con dei fili metallici incorporati ne sono la testimonianza. Ci sono anche la eco pelle argentata per alcuni capi interi e molti piccoli dettagli, e anche un tessuto tecnico forato a laser che dà molto volume e leggerezza allo stesso tempo.  I ritratti di Roberta Moscheo al Ba Ba Reba Il noto ristorante spagnolo Ba Ba Reba di via F.Corridoni 1 a Milano ha esposto alcuni ritratti pittorici dell'artista Roberta Moscheo. È stata una inaugurazione spumeggiante tra deliziosi tapas spagnoli e sangria. Gli ospiti hanno avuto la possibilità di ammirare i dipinti “hipnotici” tra sguardo e colore di Roberta Moscheo.    Nei suoi volti  espressionisti femminili traspare una malcelata malinconia quasi volesse affermare la centralità della condizione di donna nel contesto sociale. Dopo gli studi,  Roberta Moscheo si immerge nel mondo del  make up e  lavorare con i pennelli le permette di esprimere le sue capacità artistiche che la portano infine ad iscriversi all 'Accademia delle Belle Arti di Brera ed espandere, così, il suo campo d'ispirazione. I dipinti rimarranno  esposti per una decina di giorni nel ristorante milanese, permettendo così al pubblico di ammirarli. All'inaugurazione erano presenti tra gli altri studenti, Professori di Brera, esperti di comunicazione, pubblico internazionale.  Roberta Moscheo  ha esposto le sue opere anche alla  Pesa Pubblica  e ha realizzato, in occasione del  Gin Day, da Gino 12  e al  Just Cavalli  i suoi quadri ispirati e dedicati a Ginarte, il gin a base di botaniche utilizzate dai pittori del Rinascimento, come  Pontormo  e fortemente connesso con il mondo dell'arte.-- NELLA FOTO ROBERTA MOSCHEO CON IL TITOLARE DEL BA BA REBA Tutti all'Hollywood Stasera lo storico club milanese Hollywood Rythmoteque ospiterà una tappa del tour italiano di Grey Goose, the world's best tasting vodka. Sarà una serata ricca di emozioni esclusive, con la possibilità per gli ospiti di ordinare una prestigiosa Magnum Grey Goose Limited Edition personalizzabile con il proprio nome e un messaggio della nuova campagna “Live Victoriously”.  Un appuntamento imperdibile a Milano per tutti gli amanti della notte e della buona musica. Hollywood Rythmoteque e Grey Goose  vi aspettano per festeggiare al ritmo dell'eccellenza.         The Singer Music Stasera inaugura ufficialmente THE SINGER MUSIC RESTAURANT Via Giovanni Battista Pirelli, 1 a Milano dove l'eleganza è di casa e il dinner show è caratterizzato dalla musica e dalle performance live tipiche dei locali più belli del mondo. L'ispirazione è quella degli show sensazionali di Ibiza, per la valorizzazione della musica e dell'arte in un perfetto e sapiente mix, nel quale il sapore è quello del food di qualità e delle eccellenze dei territori. La cucina è sempre aperta in pieno stile Newyorkese e il genere musicale di sottofondo riporta il pubblico  alle atmosfere tipiche del Bagatelle di Saint Tropez. Al The Singer il palco è la vetrina grazie alla quale tutti gli artisti hanno la possibilità di mostrarsi ed esibirsi.    ARTE-DESIGN, CULTURA DELLO SPETTACOLO E VALORIZZAZIONE DEL FOOD DI QUALITA', queste alcune caratteristiche di The Singer Music Restaurant. Nella zona lounge in puro stile Old England si potranno sorseggiare signature cocktail, la central area e il privè con 250 posti a sedere permetteranno di godersi gli spettacoli dal vivo. Non manca una special wine area, dove degustare le migliori etichette provenienti dalle case vitivinicole di tutta Italia.       “Tutto fa rima, qui, con il concetto di convivialità, rivisitata in chiave moderna”   IN OCCASIONE DELL'INAUGURAZIONE DEL 27 SETTEMBRE, DALLE ORE 20,00 E' PREVISTO L'APERITIVO con la novità delle food islands, isole gastronomiche dalle quali gli ospiti si serviranno liberamente. Dalle 22 in poi inizierà lo spettacolo con l'etoile e coreografa Élodie Tirard,che canterà accompagnata da una band live. Lo stile sarà quello cabaret-burlesque, performance che si ispirano a Ibiza. Ballerina professionista, Elodie, che ha anche creato l'Elonuit, compagnia di artisti internazionali numero uno in Francia, ha danzato nei più celebri cabaret parigini, ha collaborato con diverse compagnie di cabaret, girando il mondo e arricchendo la sua visione della scena e portando la sua esperienza al di là della danza e della coreografia. Elodie ha ricevuto diversi riconoscimenti per i suoi costumi moderni e originali, nel pieno rispetto della tradizionale rassegna parigina.   La magia dei dinner show, il coinvolgimento che saprà creare non potranno che conquistarvi! A seguire Niccolò Cavalchini, musicista e aristocratico che vanta il titolo di Barone del Sacro Romano Impero, chesuonerà dal termine della cena, accompagnando gli ospiti sino all'inizio del dj set sino a tarda notte. Fanatico del Galateo, ma amante delle Converse, ha rinunciato alla carriera di Avvocato per fare il cantante, da anni suona nei locali più famosi e vanta incredibili successi di pubblico. Le sue serate dal vivo sono diventate una vera moda della Milano by Night.Non poteva mancare la sua presenza al The Singer! Special Guest anche la bellissima Helixy-Helen Rudenko-musicista ucraina e violinista, una delle rappresentanti più brillanti di una giovane generazione di artisti internazionali. Suona il violino fin dall'infanzia e si distingue per la sua originalità e stile e incanterà i presenti con le sue note raffinate e la sua eleganza. Helixy si esibirà con DJ Marietto, sin da giovanissimo nel settore della musica, DJ dai primi anni 90 e personaggio radiofonico, che coinvolge con la sua energia il pubblico e i suoi followers.     PROGRAMMA DELLA SERATA DEL 27 ORE 20 inaugurazione aperitivo ORE 21 dinner show ORE 22 show ORE 23 Niccolò Cavalchini Band ORE 24 DJ set Marietto + Helixy     Gianluca Vacchi DJ Il 28 in console al Just Cavalli di Milano, ci sarà Gianluca Vacchi, un personaggio, il “re di Instagram”, ormai anche top dj internazionale, che si esibisce nei più importanti club del pianeta e che non poteva mancare al Just Cavalli Milano. “Mr. Enjoy” ha pure scritto una biografia di successo in cui racconta delle sue origini ma anche di seduzione e tatuaggi, lifestyle e attività fisica, eleganza e ironia e non manca qualche episodio di follia che hanno contribuito a farlo diventare un fenomeno mondiale.Tra le sue passioni, oltre allo sport, la musica, il ballo e i dj set nei locali più esclusivi,  E' l'esclusiva ed elegante cornice degli eventi piu' glamour e delle cene di qualità il Just Cavalli Restaurant & Club, location firmata dal noto stilista Roberto Cavalli e punto di riferimento per la città e per gli eventi internazionali.Armonie di vetro e metallo, giardino fiabesco, esclusivo dehor e atmosfere glamour, è il ritrovo per eccellenza del mondo della moda, dello sport e dello spettacolo.Mantiene l'impronta tipica del famoso stilista in un sapiente mix con gli arredi black e le pareti cristallo.E' situato alla base della Torre Branca, progettata da Gio' Ponti e il grande giardino a ridosso del Parco Sempione si trasforma, durante l'estate, in una grande ed elegante discoteca all'aperto.Ideale per un aperitivo, la cena e la serata in discoteca, propone una cucina di qualità, che ricama, piatto dopo piatto, un menu a la carte ricco di specialità internazionali e ricette figlie della piu' alta tradizione italiana con tocchi originali e piatti per tutti.Nella lounge, invece, va in scena la fantasia, con l'esclusiva selezione di piatti eclettici, come il crostino caldo con tartare di tonno e caviale, o la tartare di chianina e tartufo, la Signature Cavalli Style, con selezione di tartare e pesce crudo del giorno, come gamberi fritti, guacamole, tartare di ricciola, polpo, cipolla caramellata e burrata, il tuna sushi, l'uovo poche', con crema al parmigiano reggiano e tartufo bianco d'Alba, , o la tartare di salmone con avocado e riso fritto, o di tonno con cipolla caramellata, la costoletta di agnello su purea di patate e ribes e marmellata, la carne australiana, i Paccheri con King Crab e tonno, il tutto accompagnato da vino rosso LE REDINI di Tenuta degli Dei. I signature cocktail sono ad alto tasso creativo, come Dragon Heart, a base di Ginarte, Lavender Syrup, Dragon Fruit, Lime, Sugar, Grenadine Syrup, o Pina Mule, a base di Cavalli Vodka, Pineapple Shrub, Lime, Grenadine Syrup, Ginger Beer, o Moscow Mule a base di Vodka Cavalli, lime Juice, Ginger Ale. Il ristorante dà il via ad un'esperienza culinaria innovativa, con servizio molto attento e carta vini con ampia selezione di etichette di qualità, ha una struttura semicircolare in acciaio e soffitto in cristallo e pavimenti in teak; all'interno i colori sono il nero, con cuscini animalier diventati un segno distintivo dello stile Cavalli. Arredi e mise en place sono altamente glamour e sofisticati, il ristorante ha un audio ad alta tecnologia e un sistema di illuminazione con fibra ottica e mini proiettori, tra zone lounge e chill out sotto il dehor. Di sera il tocco glamour è ancora piu' spiccato, tra divani, cuscini, torce, candele e candelabri. La mise en place è fatta con prodotti unici, Roberto Cavalli Home, gia' da tempo applicato nella decorazione delle sue case, delle barche, dei negozi e dei suoi Club nel mondo. Le fonti di ispirazione sono il viaggio, il sogno, la bellezza, la fantasia, il mix tra moda e design e glamour e sensualità, tra stampe iconiche e patterns delle collezioni della Maison, dall'animalier, ia damaschi, alle sovrapposizioni di colori e textures, con grande attenzione per materiali, tessuti, lavorazioni. “ Quando creo un abito, voglio che faccia risaltare in ogni momento la femminilità di una donna, così per quanto riguarda la casa, cerco di individuare il carattere delle persone a cui mi rivolgo, pensando di diffondere con i colori, il calore e la gioia di vivere che si dà innanzitutto a se stessi”-ha dichiarato Roberto Cavalli-“la mia collezione Home nasce proprio dal desiderio personale di condividere con chi mi ama l'ottimismo della mia moda, della mia creatività, della mia filosofia e del mio stile anche nel mondo della decorazione della casa….non c'è alcuna differenza tra il pensare una collezione moda o una linea per la casa.Il mio lifestyle è sempre un incontro di passioni” Lo spazio esterno è coperto da tettoie tensostrutture, con due piste all'aperto, tre bar, tre aree privè. Le serate iniziano tutto l'anno alle 19.30 con l'aperitivo, i signature cocktail e i buffet. Dopo mezzanotte, si aprono le danze e non è difficile incontrare personaggi del mondo dello spettacolo, della tv e dello sport. La musica è selezionata dai dj italiani e internazionali durante serate e feste e la filosofia del locale è quella di proporre eventi unici. Il Just Cavalli è la soluzione sofisticata per ogni vostra serata. 

Dai blog