Cerca

Dito sul bottone

Mario Draghi, Alessandro Sallusti tombale: "Se ha parlato lui, vuol dire che...". Italia verso il disastro

14 Settembre 2018

3
Mario Draghi, Alessandro Sallusti tombale: "Se ha parlato lui, vuol dire che...". Italia verso il disastro

Se ha parlato Mario Draghi, significa che si mette male. Ne è convinto Alessandro Sallusti, che nel suo editoriale spiega perché il duro attacco del capo della Bce all'Italia sia un campanello d'allarme gravissimo. "Il voto di marzo - scrive il direttore del Giornale, durissimo - ha premiato i partiti nemici dell'Europa, ma essendosi questi comportanti come una squadra di dilettanti che pretende di dettare legge in Champions League, stiamo rischiando il cappotto per mano di Bruxelles".



"Draghi è uno che parla poco e mai a caso - continua Sallusti -. Se ha usato parole così forti e inedite significa solo una cosa. Cioè sa che in Europa hanno posato il dito sul bottone che può fare esplodere l'Italia e lui non è più in grado di difenderci come in passato". Non è dunque una minaccia, la sua, ma un appello per salvarci. "Possiamo discutere all'infinito se tutto ciò sia giusto o sbagliato ma sarebbe da incoscienti non prendere atto che le cose stanno così". Perché anche i più euroscettici, conclude amaro Sallusti, "non penso siano disposti al martirio sull'altare di Di Maio e soci. Cornuti sì, ma almeno non gabbati".

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Nazional

    14 Settembre 2018 - 14:02

    Peggio di come sto.... 677 euro di stipendio come laureato...cosa pensano di fare? Tirare fuori i carri armati come nel 1956 in Ungheria?

    Report

    Rispondi

  • francoguenzi

    14 Settembre 2018 - 10:10

    Sono completamente d'accordo con Sallusti sulla valutazione dell'intervento di Draghi-meno sull'atteggiamento quasi di timore reverenziale nei confronti della nomenklatura UE ; aspettiamo l'esito delle elezioni, e nel frattempo patteggiamo un armistizio - insomma facciamoci un po' piu' furbi e utilizziamo al meglio le nostre risorse all'interno dell'Europa.- FRANCO46

    Report

    Rispondi

  • Satanasso

    14 Settembre 2018 - 10:10

    Se l'Italia fallisse e si disgregasse per "colpa" della U.E. , sarebbe una cosa utile per i Popoli Borbonici, Etruschi e Padani che finalmente, si libererebbero dopo 160 anni , da un Paese tiranno cuicciatasse e maledetto come questo...Sogno il giorno in cui Sua Maesta' il Rè Carlo di Borbone, torni a Napoli e faccia l'interesse della Borbonia.

    Report

    Rispondi

media