Cerca

Fuori controllo

Asia Argento, brutale vendetta della madre: "Vi do una notizia, sua figlia affidata a me nel 2007"

7 Novembre 2018

3
Asia Argento, Daria Nicolodi

Degenera lo scontro tra Daria Nicolodi e Asia Argento, madre e figlia. Tutto nasce dopo la notizia della relazione tra Asia e Fabrizio Corona, con quest'ultimo inizialmente bollata dalla Nicolodi come "un poco di buono". Quindi, un commento della madre alla foto del bacio pubblicata su Chi ha scatenato la Argento, la quale ha scritto un messaggio (privato) alla madre, definita una "fallita" e una "tro***". La Nicolodi, successivamente, ha scelto di rendere pubblico quel messaggio. Ma chi pensava di aver visto tutto sbagliava.

Già, perché in mattinata Daria Nicolodi ha rincarato la dose, con un nuovo - pesantissimo - tweet. Rispondendo a chi la criticava per aver attaccato la figlia rendendo pubblici i suoi insulti, ha cinguettato: "Visto che secondo voi non devo criticare mia figlia qui, vi do in pasto una notizia inedita, grazie alla mia segretezza. Nel 2007 il Tribunale dei Minori di Milano ha affidato a me mia nipote, ritenendo mia figlia ed il padre della bambina inadatti. Il motivo lo tengo per me". Una bomba, quella della Nicolodi, che svela come il figlio di Asia e Morgan sia stato dato in affidamento proprio a lei. Una notizia che, fino ad oggi, non era mai trapelata. Un nuovo colpo bassissimo alla figlia. La Nicolodi non svela le ragioni che spinsero il tribunale dei minori ad affidarle la bambina. 

Di seguito, il tweet di Daria Nicolodi:

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • mobasta

    mobasta

    07 Novembre 2018 - 15:03

    "profondo rosso" rispetto a queste narrazioni è un cartone animato per bambimi....me toooocca nei sentimenti

    Report

    Rispondi

  • greppio

    07 Novembre 2018 - 14:02

    Siamo veramente sicuri che il "mostro" era Weinstein?

    Report

    Rispondi

  • claudioarmc

    07 Novembre 2018 - 14:02

    Mi viene da ridere

    Report

    Rispondi

media