Cerca

Muto

Roberto Saviano, una figura tragica: "Che pena". Bastona Salvini e CasaPound, la polizia risponde e lo umilia

8 Maggio 2019

1
Roberto Saviano, una figura tragica: "Che pena". Bastona Salvini e CasaPound, la polizia risponde e lo umilia

A volte contare fino a 10 può servire. Ma Roberto Saviano non ci pensa mai e rischia così figuracce tremende, amplificate dal mezzo usato, Twitter. L'autore di Gomorra commenta a modo suo le nuove proteste a Casal Bruciato a Roma contro i rom, animati da CasaPound, per colpire Matteo Salvini definito proditoriamente "ministro della Malavita".


Secondo Saviano, Salvini sarebbe stato morbido nel commentare la vicenda per "non indispettire i cani feroci che minacciano donne e bambini". Poi se la prende direttamente con la Polizia "che sequestra striscioni e telefonini" ed è per questo "ridotta a servizio d'ordine per la campagna elettorale di un partito. Che pena". Bene, al di là del fatto che una manciata d'ore dopo il ministro degli Interni, ospite di Otto e mezzo, ha definito "giusto" lo sgombero del palazzo occupato da CasaPound nel centro di Roma (alla faccia della "paura per i cani feroci"), Saviano è stato rimesso al suo posto direttamente dall'account Twitter della Polizia di Stato: "La polizia di Stato - si legge - serve il Paese e non è piegata ad alcun interesse di parte. Chi sbaglia paga nelle forme prescritte della legge. Che pena leggere commenti affrettati e ingenerosi per dispute politiche per regolare conti personali". E ora il tutore della legalità Saviano cosa risponderà?

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

Juventus, arrestati dodici capi ultrà bianconeri. Le immagini della polizia

Giuseppe Conte ai 42 sottosegretari: "Serve dialogo con tutte le forze politiche per attuare il programma"
Lega a Pontida, tutte le stravaganze dei manifestanti
Matteo Salvini sale sul palco di Pontida, ovazione mai vista: "Se fate così mi commuovo"

media