Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Agorà, Pietro Senaldi smaschera il Pd e la giornalista Vitali: "In un partito plurale si resta"

Caterina Spinelli
  • a
  • a
  • a

"Il PD è sempre stato un partito plurale". Queste le parole di Giovanna Vitali, giornalista di Repubblica, che in diretta ad Agorà commenta la scissione del Partito Democratico. Una frase che ha immediatamente provocato la reazione di Pietro Senaldi: "Ma in un partito plurale si resta". Coglie nel segno, il direttore di Libero. In fondo, se i dem fossero stati così uniti, perché Matteo Renzi avrebbe dovuto lasciare il partito per crearne uno nuovo (Italia Viva) e rimproverare il Pd per essere stato messo da parte? Leggi anche: DiMartedì, Senaldi: "Renzi ha fatto una figuraccia, ma ha sciolto l'equivoco del Pd" Lo stesso Senaldi, qualche giorno fa, commentava così la decisione dell'ex premier: "Sembra che Matteo Renzi stia per lasciare il Pd per fondare il suo gruppo parlamentare. Mi chiedo che serietà ci sia nel promuovere un governo e poi staccarsi del Pd. Come facciamo a fidarci di questo governo se non si fida neppure Renzi?". E ancora: "Se mai ci sarà l'addio di Renzi, il Partito democratico andrà verso la sua ennesima divisione e tornerà ad essere metà democristiano e metà comunista come ai tempi della fusione a freddo tra Ds e Margherita". "Il PD è sempre stato un partito plurale" @giovivit La Repubblica "Ma in un partito plurale si resta" @PSenaldi Libero Continua il dibattito su #scissionepd a #agorarai pic.twitter.com/ihkNdQoTC2— Agorà (@agorarai) September 19, 2019

Dai blog