Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Ilva, drammatica rissa in diretta tra il giornalista e la mamma di Taranto: "Non dica sciocchezze, signora"

Giulio Bucchi
  • a
  • a
  • a

Finisce in rissa anche il dramma Ilva. A Omnibus su La7 si confrontano in diretta Stefania Petaro e Angelo Mellone. La prima tarantina e rappresentante delle mamme del Quartiere Tamburi, è schierata per la chiusura dell'impianto siderurgico. Il secondo, giornalista e scrittore anche lui nato a Taranto, vuole invece una fabbrica in grado di produrre "acciaio pulito". Quando si parla di inquinamento ambientale, la Mellone è visibilmente furiosa: "Lei vive a Roma! Non sa di cosa parla!". "Non dica sciocchezze signora! - risponde piccato Mellone - La fabbrica la conosco bene".  Leggi anche: Ecco perché Conte è andato a farsi contestare a Taranto. Ilva, un brutto sospetto La rappresentante dell'associazione Giustizia per Taranto allora rivela: "Sono stata in vacanza in Germania, perché non possiamo fare come loro?", chiede riferendosi alla riconversione degli impianti siderurgici tedeschi. Mellone scuote il capo: "Ma è una situazione completamente diversa. Lei è andata in vacanza in Germania e ora ci spiega come è cambiata la Ruhr...". Per inciso, Mellone è autore di un romanzo che oggi sembra una profezia, Fino alla fine, in cui immagina che nel 2022 l'ex Ilva, in una Italia governata dal centrosinistra, venga cesura dal gestore indiano allo Stato. "Una catastrofe" mai così attuale.

Dai blog