Cerca

Saluti

Luigi Di Maio, la "frase rubata" da Osho dopo l'addio: "Andate andate...", il vaffa ai traditori M5s

23 Gennaio 2020

1
Luigi Di Maio, la "frase rubata" da Osho dopo l'addio: "Andate andate...", il vaffa ai traditori M5s

Un "vaffa" sussurrato alla platea del M5s. Dopo le dimissioni da leader politico, Luigi Di Maio si è tolto qualche sassolino dalla scarpa e Osho, da par suo, coglie la "frase rubata" (immaginaria, ma più che verosimile) sfuggita al ministro degli Esteri.



Al di là dei sorrisi e dei gesti liberatori "alla Obama", come la cravatta slacciata sul palco, il clima è di nervosismo ed evidente delusione umana, come testimoniano i costanti riferimenti alle "coltellate dei traditori". E la foto satirica in prima pagina sul Tempo riassume al meglio il senso di rivalsa che ispirerà le prossime mosse di Gigino: "Annate annate... Poi quando ve riserve de abolì la povertà, lì ve vojo". Più che un addio, un arrivederci. Molto minaccioso.

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Carlito58

    23 Gennaio 2020 - 12:22

    andate e moltiplicatevi !! .... sempre se vi resterà qualcosa da mangiare ...... dopo che siamo passati noi ..... (lui non ce l'ha quel problema) .....

    Report

    Rispondi

Santori, dopo il bimbo autistico altro disastro: "Alle sardine non interesse chi vince, ma..." 

Matteo Salvini, droga in Parlamento: "Gli ho guardato gli occhi, secondo me...". Ovazione in piazza
Vela Verde di Scampia, iniziato l'abbattimento: Napoli dice addio al simbolo di Gomorra
Matteo Renzi assente in aula, non vota la fiducia al governo sul decreto intercettazioni

media