Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Vauro Senesi: "Ma quale coronavirus, la vera tragedia sono i migranti morti nel Mediterraneo"

Vauro Senesi

  • a
  • a
  • a

Il coronavirus? Soltanto una delle tante tragedie. Non meno grave degli immigrati morti nel Mediterraneo, dice Vauro Senesi in una intervista all'Agi. "Non ho mai capito bene questa storia dei limiti, sia in periodi drammatici sia in altri periodi - spiega - tra l'altro ogni periodo ha la sua drammaticità questa è solo una tragedia che ci riguarda da vicino ma non è di certo la prima tragedia". Per esempio, continua il vignettista, "i morti sul lavoro sono mediamente tre alla settimana. Ci sono tragedie alle quali siamo abituati e non consideriamo tragedie. Il mar Mediterraneo è diventato una fossa comune e non la viviamo come una tragedia", aggiunge.

 

 

E ancora: "Quando parlo di conformismo parlo proprio di questo, è diventato purtroppo una sorta di senso comune che ci siano temi che sono sacri. Per l'opinione pubblica fare satira sul coronavirus significa offendere i morti; questo è un mantra che posso valutare solo attraverso le minacce che mi arrivano". E sono tante ma Vauro non si preoccupa: "Sono lontanissimo dal farne una questione di vittimismo, non me ne frega un ca***".

Dai blog