Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Silvio Berlusconi, retroscena Palazzo Grazioli: "Nelle notti insonni prendeva d'assalto i call center delle televendite"

  • a
  • a
  • a

Dal punto di vista emotivo e sentimentale il trasferimento da Palazzo Grazioli alla villa di Franco Zeffirelli potrebbe essere un duro colpo per Silvio Berlusconi. Nell’edizione odierna del Corriere della Sera, Tommaso Labate ricorda tutti i momenti storici che il Cav ha vissuto in quella residenza e svela anche un aneddoto molto curioso. “Non si contano - scrive - gli addetti ai call center delle televendite che l’allora premier prendeva d’assalto quando di notte, insonne, si innamorava di un set di coltelli visto in tv e chiamava per comprarlo. ‘Lei è il signor? Dove li spediamo?’. ‘Berlusconi Silvio, via del Plebiscito, Roma’. E dall’altra parte del telefono: ‘Ma cos’è, uno scherzo?’”. E invece non lo era affatto, era semplicemente un passatempo dell’ex premier, che si prepara a trasferirsi sull’Appia antica dopo 25 anni di permanenza a Palazzo Grazioli. 

 

 

Dai blog