Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Otto e Mezzo, Lilli Gruber all'assessore della Lombardia: "Chieda scusa per quei morti". Ma a Speranza lo intimerebbe?

  • a
  • a
  • a

A senso unico. Come sempre. Si parla di Otto e Mezzo e di Lilli Gruber, del salottino de La7 dove sovranisti, destre, salviniani e Lombardia sono sempre dalla parte del torto. Sempre sul banco degli imputati. Ma come nota Il Tempo, nella puntata in cui tra gli ospiti c'era l'assessore della Lombardia Claudia Terzi, si è andati oltre. Quattro contro uno, tutti contro la leghista: Luca Telese, Antonella Boralevi, Massimiliano Galli e, va da sé, Lilli la rossa. Una sorta di assedio contro la leghista, accusata per la gestione dell'emergenza-coronavirus in regione. Un processo, una sorta di linciaggio mediatico. E il peggio lo ha dato la Gruber, che come nota sempre il quotidiano diretto da Franco Bechis ripete almeno tre volte: "Chieda almeno scusa per i morti causati dalla Lombardia". In primis, ci si chiede la Terzi di che cosa mai si debba scusare. Ma, soprattutto, ci si chiede se per caso, Giuseppe Conte o Roberto Speranza, abbiano mai chiesto "scusa" per i morti in Italia. Già, perché se vale per la Terzi, allora, vale anche per loro. Ma a loro, ne siamo certi, la Gruber non rinfaccerà mai le mancate scuse.

 

 

Dai blog