Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Forza Italia, Pdl, ex AnSilvio spacca il partitoper farne tre nuovi

Silvio Berlusconi

Andrea Tempestini
  • a
  • a
  • a

  "«Sarà il partito dei migliori», continua a ripetere Silvio Berlusconi a chi gli chiede lumi sulle sue intenzioni. Una lista «formata da tutte persone nuove ed estranee alla politica», con un minimo travaso dai gruppi parlamentari del Pdl: «Sarà il benvenuto solo chi lo merita e chi ha dimostrato fedeltà». Un discorso che crea apprensione nel partito azzurro. Chi sono gli eletti? Chi sono gli esclusi? Girano liste nere che il Cavaliere ieri si è affrettato a smentire. In particolare l'ex premier ha avuto una lunga conversazione telefonica con il capogruppo alla Camera Fabrizio Cicchitto, amareggiato per aver letto il suo nome nell'elenco dei pensionandi. Però i conti sono presto fatti: se le cose vanno bene, Berlusconi porterà in Parlamento meno della metà dei suoi attuali deputati e senatori. E se buona parte della nuova classe dirigente berlusconiana sarà composta da esordienti, la selezione degli uscenti sarà, giocoforza, ancora più cruenta", spiega Salvatore Dama su Libero di mercoledì 28 novembre. Berlusconi, in questo momento, ha uno schema che prevede tre partiti: Forza Italia, Pdl ed ex An. Silvio spacchetta il partito per farne tre nuovi. L'ex premier, insomma, pensa a una federazione: lui guiderebbe i fedelissimi, capitanati da Verdini (ma i figli lo frenano). Tutto, però, dipenderà dalla legge l'elettorale. Leggi l'approfondimento su Libero di mercoledì 27 novembre  

Dai blog