Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

PiazzaPulita, il leader dei gilet gialli amico di Alessandro Di Battista: "Colpo di Stato con i paramilitari"

Davide Locano
  • a
  • a
  • a

Nel pomeriggio di giovedì, Corrado Formigli, lo aveva annunciato come un servizio pesantissimo, "cose molto inquietanti". Cose che imbarazzano ulteriormente Luigi Di Maio e Alessandro Di Battista. Già, perché nella puntata di giovedì 14 febbraio di PiazzaPulita su La7 è stata trasmessa un'intervista a Christophe Chalençon, il leader dei gilet gialli incontrato dai grillini (dopo quell'incontro, il ritiro dell'ambasciatore francese). E Chalençon, in effetti, dice qualcosa di davvero inquietante: "Abbiamo paramilitari pronti a intervenire perché anche loro vogliono far cadere il governo. Oggi è tutto calmo, ma siamo sull'orlo della guerra civile. Quindi si trovino delle soluzioni politiche molto rapidamente, perché dietro ci sono delle persone pronte a intervenire da ovunque. Delle persone che si sono ritirate dall'esercito e che sono contro il potere". Queste le parole del gilet giallo, che si dice pronto "a un golpe". Parole fortissime e che fanno comprendere la pericolosità di quei gilet gialli "coccolati" da Di Maio e Di Battista. Come se non bastassero le violenze e le devastazioni che hanno sempre accompagnato il movimento che si oppone (nel modo sbagliato) ad Emmanuel Macron, ora ecco anche la promessa: blitz dei paramilitari e colpo di Stato. Dibba e Di Maio che dicono? Leggi anche: PiazzaPulita, Giordano demolisce Fratoianni Di seguito il servizio di PiazzaPulita:

Dai blog